Esami truccati, nuova truffa a Palermo

I casi ora sono due. Prima lo scandalo dei presunti esami truccati e dopo la scoperta di esami mai sostenuti ed inseriti nei piani di studio.

I casi ora sono due. Prima lo scandalo dei presunti esami truccati e dopo la scoperta di esami mai sostenuti ed inseriti nei piani di studio. Le irregolarità arrivano dalla Facoltà di Economia dell’Università di Palermo, dove l’Ateneo sta svolgendo delle indagini interne. 
Le protagoniste dell’ultima truffa ai danni dell’ateneo siciliano e dei suoi iscritti sono due studentesse. Sulla vicenda sta indagando anche la Procura della Repubblica di Palermo. Coinvolti anche due impiegati, traditi A traditi dalla  password assegnata al personale della segreteria degli studenti e che svolge operazioni di aggiornamento dei curricula universitari degli aspiranti «dottori». Secondo indiscrezioni, nella vicenda degli esami truccati sarebbe coinvolto anche un ex dipendente dell’ateneo, già in pensione. «Abbiamo istituito – una commissione interna per fare ulteriori accertamenti», dice il dirigente amministrativo dell’Università di Palermo, Antonio Valenti.
Per il rettore Roberto Lagalla «questa vicenda dimostra che l’Ateneo è in grado di svolgere controlli con attenzione, comunque si tratta di casi risibili rispetto al totale degli studenti iscritti». «In previsione di ogni sessione di laurea – aggiunge Lagalla – vengono controllate le posizioni degli studenti facendo un raffronto tra il database informatico e il materiale cartaceo che attesta la carriera accademica degli studenti». Sarebbe stato proprio questo controllo incrociato a incastrare gli impiegati. «I dipendenti coinvolti non dipendono dalla Facoltà di Economia – precisa il preside Fabio Mazzola – ma si tratta di personale alle dipendenze dell’amministrazione. Se ci sono irregolarità è giusto che si adottino i provvedimenti opportuni».

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il medico dei test

Next Article

Agenti telefonici

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale