Al via il test di Medicina. Le associazioni: "Basta barriere"

Martedì 8 si svolgeranno i test d’ingresso per il Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia. Sono oltre 60.000 gli studenti che proveranno anche quest’anno a rientrare tra i 9500 posti disponibili, 500 in meno rispetto all’anno scorso. Link – Coordinamento Universitario, L’Unione degli Studenti e la Rete della Conoscenza organizzeranno iniziative di protesta in tutti i principali poli universitari del paese: Roma, Napoli, Milano, Torino, Bologna, Bari, Salerno, L’Aquila, Campobasso, Pisa, Siena, Ferrara, Padova, Udine e Trieste.
“Dopo  due anni di promesse e proclami da parte del Ministro Giannini, siamo tornati al punto di partenza” denuncia Alberto Campailla, portavoce di Link – Coordinamento Universitario “non c’è l’intenzione di riaprire la discussione sulle modalità di accesso a Medicina e ai tantissimi corsi a numero programmato. Le aspirazioni e il futuro di decine di migliaia di studenti non sono tra le priorità del Governo”
“E’ assurdo che gli studenti e le studentesse siano costretti a competere tra loro per accedere ad un corso di laurea. L’istruzione è un diritto e l’Università deve essere aperta a tutti e senza barriere.” dichiara Danilo Lampis, coordinatore nazionale dell’Unione degli studenti “Invece oggi l’assenza di un sistema di diritto allo studio efficace, i costi dell’istruzione e questi assurdi test d’ingresso negano a tantissimi studenti la possibilità di proseguire gli studi.”
“Non c’è alcun criterio per selezionare un numero così basso di aspiranti medici, tutte le proiezioni e gli studi ci dicono che nei prossimi anni si acuirà la carenza di personale medico a causa dell’alto numero dei pensionamenti” dichiara Riccardo Laterza, portavoce nazionale della Rete della Conoscenza “Il numero di posti a Medicina, così come il numero delle borse di specializzazione non sono calcolati sul fabbisogno futuro, ma solo sulle previsioni di spesa. E invece di preoccuparsi di questo problema Renzi annuncia altri tagli alla Sanità.”
Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Sapienza, è record: al Test di Medicina due iscritti di 17 e 72 anni!

Next Article

Laura e il sogno infranto: "Il trasferimento è un ricatto. Meglio andare via dall'Italia"

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".