"Dall'uomo al robot" – convegno all'Università del Sannio

“Capire le società umane simulandole al computer e con i robot” – E’ questo il titolo del seminario che si terrà domani, 18 marzo, presso la sala di lettura del Dipartimento DEMM dell’Università degli Studi del Sannio, a cura di Domenico Parisi, dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche.
Il computer non è soltanto una tecnologia con molte applicazioni utili ma è anche uno strumento per fare scienza. Se si riesce a simulare nel computer un determinato fenomeno della realtà, usando la simulazione come un laboratorio sperimentale nel quale si manipolano i fattori in gioco e si vedono gli effetti di queste manipolazioni, allora possiamo dire di aver capito quel fenomeno in quanto la simulazione cattura i meccanismi e i processi che stanno dietro al fenomeno e lo spiegano.
Le simulazioni oggi tendono a essere usate in tutte le discipline scientifiche ma sono particolarmente utili nelle scienze che studiano il comportamento umano e le società umane perché queste scienze hanno più difficoltà a fare progressi nella comprensione dei fenomeni che studiano rispetto alle scienze della natura. Accanto agli artefatti puramente computazionali, oggi si usano anche i robot, simulati nel computer o realizzati fisicamente, e questo perché gli esseri umani sono prima di tutto corpi e non cessano di essere corpi dotati di un cervello e di altri organi interni quando vivono in società e creano organizzazioni e istituzioni sociali. Nel seminario verranno presentati i risultati di un certo numero di ricerche che illustrano le prospettive di un’evoluzione in senso simulativo e robotico delle scienze sociali.
Il seminario sarà introdotto dal rettore Filippo de Rossi e dal Direttore del DEMM Giuseppe Marotta. Interverranno Massimo Squillante, prorettore dell’Università del Sannio; Ernesto Fabiani, presidente del Corso di Laurea in Giurisprudenza; Antonella Tartaglia Polcini coordinatrice del Dottorato “Persona, Mercato, Istituzioni”; Nicola Lettieri, docente di Informatica Giuridica Avanzata. Al termine dell’incontro Domenico Parisi dialogherà con gli studenti e i dottorandi dell’Università del Sannio.
Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche
18 marzo 2015 – ore 11.00
Sala Lettura Dipartimento DEMM – Benevento

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

H-ack school: a Milano si sfidano 600 giovani studenti

Next Article

UK, Francia, Germania: tutti i lavori estivi

Related Posts
Leggi di più

Si laureano prima ma guadagnano di meno rispetto agli uomini: la vita in salita delle donne dopo la fine dell’università

Presentato a Bologna il "Rapporto tematico di genere” realizzato dal Consorzio interuniversitario AlmaLaurea. Le donne rappresentano il 60% dei laureati italiani, finiscono in corso il ciclo di studi ma guadagnano anche il 20% in meno rispetto ai colleghi maschi. La ministra Messa: "Stop alle discriminazioni. Incentivi a quelle aziende che portano avanti politiche di uguaglianza di genere".
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".