Dal Master alla SSPA

La facoltà di giurisprudenza dell’università Suor Orsola Benincasa ha attivato la quarta edizione master per la preparazione ai concorsi pubblici.

La facoltà di giurisprudenza dell’università Suor Orsola Benincasa, ha attivato la quarta edizione master per la preparazione ai concorsi pubblici che quest’anno, riparte proprio in concomitanza con il bando di concorso della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione diretto al reclutamento di 113 dirigenti nelle amministrazioni statali.

Diritto Amministrativo – Alta Formazione per la preparazione ai concorsi pubblici” è il nome del master di II livello che prepara ad hoc tutti coloro che avvertano una particolare predisposizione per questo tipo di carriera. Un vanto per il meridione in quanto in tutto il sud Italia è l’unico ad avere queste caratteristiche . “Abitualmente il nostro master – ha spiegato Aldo Sandulli, direttore scientifico del Master – prende avvio nel mese di gennaio, ma quest’anno abbiamo deciso una proroga eccezionale delle iscrizioni fino al 25 febbraio perché è finalmente uscito un bando di concorso attesissimo da tantissimi laureati di area giuridica ma anche economica, quello per il concorso pubblico della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione per il reclutamento di 113 dirigenti nelle amministrazioni statali, che è sicuramente il concorso più prestigioso ed ambito per chi ha l’obiettivo della carriera dirigenziale nel settore pubblico”. Infatti, aperto solo a 25 laureati, da la possibilità a laureati in giurisprudenza, economia, scienze politiche o facoltà equipollenti di candidarsi all’ambita carriera presentando la domanda di partecipazione entro il 25 febbraio.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del bando il Ministro Renato Brunetta ha dichiarato: “Il Corso-Concorso della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione è uno strumento di reclutamento della dirigenza pubblica che prevede una rigorosa selezione e una formazione altamente qualificata e soprattutto rappresenta la massima garanzia perché i nuovi dirigenti sperimentino in prima persona i principi del merito e della trasparenza, principi che dovranno poi ispirare la loro azione una volta immessi nei massimi ruoli della pubblica amministrazione”.

I vincitori avranno accesso ai settori più prestigiosi della Pubblica Amministrazione: dalla Presidenza del Consiglio al Ministero della Difesa, dal Ministero degli Interni a quello della Giustizia, dall’Inps all’Agenzia delle Entrate. “La carriera dirigenziale nel settore pubblico – ha evidenziato Sandulli – non sarà l’unica possibilità dopo il conseguimento del titolo, perché l’alta formazione nelle materie amministrative consentirà anche lo sbocco occupazionale nelle autorità indipendenti o nei soggetti pubblici e privati operanti nel settore dei servizi pubblici”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Tour operator dello spazio web 3.0

Next Article

Sanremo, Meloni e Van De Sfroos presentano la “Gioventù Ribelle”

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.