Corbi nuovo Preside al Suor Orsola

Enricomaria Corbi è il nuovo Preside della facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Suor Orsola Benincasa

Enricomaria Corbi è il nuovo Preside della facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.
Il Consiglio di Amministrazione dell’ateneo, preso atto delle dimissioni dalla presidenza della Facoltà del Prof. Lucio d’Alessandro a seguito della sua nomina a Rettore dell’Ateneo, ha provveduto alla nomina del nuovo Preside.

Classe 67, il giovane Preside è Ordinario di Pedagogia generale e sociale e rivolge negli ultimi anni la sua attività di ricerca all’indagine del rapporto tra pedagogia, costruttivismo radicale e realismo.

Centralità e cura dello studente, questi i paradigmi del neo Preside: “Al primo posto in questa Facoltà c’è sempre stato lo studente. E lo studente è la ragione della stessa esistenza del docente; non credo nelle logiche verticistiche e dell’imposizione e questi anni di esperienza preziosissima, sovente al fianco di Lucio d’Alessandro, hanno confermato in me la convinzione che fra gli obiettivi principali del docente debba esserci quello di collaborare alla crescita e allo sviluppo di personalità riflessive e critiche nel rapporto con la realtà. Questo significa accompagnare il soggetto in formazione nella acquisizione di quegli strumenti che gli permettono di orientarsi criticamente e autonomamente nella realtà”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Lettera al Sindaco, risponde la Palmieri

Next Article

La maturità della iena Elena Di Cioccio

Related Posts
Leggi di più

Mascherine a scuola, cresce il fronte di chi vorrebbe toglierle subito: “Con questo caldo un’inutile crudeltà verso gli studenti”

Il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso (Lega) chiede al ministro Speranza di intervenire per modificare i protocolli e togliere l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione a scuola viste anche le temperature record di questi giorni. Anche le associazioni dei genitori chiedono la revoca ma gli esperti frenano: "E' ancora presto".