Cantone al Suor Orsola

Il magistrato della Corte di Cassazione Raffaele Cantone terrà un forum di discussione presso il Suor Orsola Benincasa di Napoli,

Presso la Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, il magistrato della Corte di Cassazione Raffaele Cantone terrà un forum di discussione con gli studenti del Master in promozione, valorizzazione e riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità.

La mattinata di studi, che si aprirà con l’introduzione del Magnifico Rettore Francesco De Sanctis, si avvierà con una riflessione sull’ultimo libro del magistrato “I gattopardi. Uomini d’onore e colletti bianchi: la metamorfosi delle MAFIE nell’Italia di oggi”. Il testo affronta i vari temi che ruotano attorno alla criminalità: dall’economia alla politica, dalla magistratura alle forze dell’ordine, il giro d’affari che ruota intorno al calcio e molti altri aspetti.
Cantone spiega che le mafie con il tempo hanno drasticamente limitato l’uso della violenza dirigendosi verso una diversa “politica” che li faccia apparire come garanti della pace sociale, come figure di un settore avanzato recando danni enormi all’economia e al Paese.

Interverranno, tra gli altri: Lucio d’Alessandro, Preside della facoltà scienze della formazione, Geppino Fiorenza referente regionale di Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le Mafie, Silvio Lugnano direttore scientifico del Master in scienze criminologiche, investigative e politiche della sicurezza e Isaia Sales, docente di storia della criminalità organizzata nel Mezzogiorno d’Italia.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Gelmini, più trasparenza sui test d’accesso

Next Article

Draghi: "giovani risorse sprecate"

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.