Roma, nuovi sequestri nelle fotocopisterie

Circa 1.500 libri universitari fotocopiati e pronti per essere venduti, più di 80mila testi scansionati digitalmente. Li hanno scoperto i Finanzieri del Comando provinciale di Roma che hanno denunciato 20 persone per violazioni alla normativa sul diritto d’autore.

Circa 1.500 libri universitari fotocopiati e pronti per essere venduti, più di 80mila testi scansionati digitalmente. Li hanno scoperto i Finanzieri del Comando provinciale di Roma che hanno denunciato 20 persone per violazioni alla normativa sul diritto d’autore e sequestrato 29 pc e 21 tra hard disk esterni, memorie usb, cd e dvd. I controlli delle Fiamme gialle sono scattati nei confronti di tipografie e copisterie, specie quelle ubicate nelle vicinanze degli atenei della Capitale: i militari più giovani si sono finti studenti per poi far entrare in azione i Baschi Verdi del II Gruppo di Ostia e gli ispettori della Siae.

Finanzieri hanno trovato hard disk nascosti negli armadi o nelle auto, collegati mediante reti wireless ai pc degli esercizi commerciali, memorie usb camuffate da portachiavi, file memorizzati in cartelle nascoste e cd contenenti opere letterarie camuffati esternamente da supporti musicali.
Fonte: Ansa

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Psicologi, l’ordine riforma l’albo e introduce il numero chiuso

Next Article

Borse di studio, aumentano le tasse regionali

Related Posts
Leggi di più

Mascherine a scuola, cresce il fronte di chi vorrebbe toglierle subito: “Con questo caldo un’inutile crudeltà verso gli studenti”

Il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso (Lega) chiede al ministro Speranza di intervenire per modificare i protocolli e togliere l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione a scuola viste anche le temperature record di questi giorni. Anche le associazioni dei genitori chiedono la revoca ma gli esperti frenano: "E' ancora presto".