Premio di laurea per ingegneri, pronto il bando

Scadenza il 20 settembre. Istituito dal Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma in collaborazione con General Com S.p.A. Per laureati in Ingegneria Informatica, Elettronica e delle Telecomunicazioni, laureati magistrali in Ingegneria Elettronica o in Ingegneria Informatica

È stato pubblicato il bando per partecipare all’edizione 2021 del Premio di laurea “Mauro Forghieri”, istituito dal Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma in collaborazionecon General Com S.p.A., in memoria di Mauro Forghieri, dirigente Siemens scomparso alla fine del 2019.  La scadenza per la presentazione delle domande è il 20 settembre.

Il premio prevede un importo di 1500 euro, da destinare a uno tra i laureati in Ingegneria Informatica, Elettronica e delle Telecomunicazioni, i laureati magistrali in Ingegneria Elettronica o in Ingegneria Informatica che hanno conseguito il titolo di studio nell’anno accademico 2019/20, discutendo una tesi su tematiche di automazione industriale, azionamenti elettrici, elettronica industriale e di potenza.

Per poter partecipare i candidati dovranno aver conseguito il titolo di studio nell’anno accademico 2019/2020, ovvero nel periodo 9/07/2020-11/06/2021, all’Università di Parma. Le modalità di partecipazione al Bando e i termini per la presentazione delle domande sono pubblicati in questa pagina web.

Total
4
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Smart working, ottimizzare i costi tra risparmi e uscite extra

Next Article

#G20 Istruzione: scuola al centro delle politiche di rilancio

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale