Nuovo Messaggio dell’INPS sul lavoro dei dipendenti privati

Al centro di un nuovo Messaggio prodotto dall’INPS vi è il “congedo Covid-19” per i dipendenti privati, istituito dal Decreto Legge cosiddetto “Cura Italia”, tema trattato anche in rapporto alle varie situazioni di cassa integrazione, nonché ai permessi per assistere figli con disabilità, con ulteriori aperture, rispetto ai precedenti pronunciamenti, ma anche con letture più restrittive in relazione ad interpretazioni passate dell’INPS stesso. Se ne occupa ampiamente il Servizio HandyLex.org, con un approfondimento di cui suggeriamo senz’altro la consultazione

Realizzazione grafica su INPS e coronavirus

Come segnalato dal Servizio HandyLex.org, argomento centrale di un nuovo Messaggio prodotto dall’INPS (n. 1621 del 15 aprile) è il cosiddetto “congedo Covid-19” per i dipendenti privati, istituito da un articolo (il 23°) del Decreto Legge cosiddetto “Cura Italia”, per la cura dei figli durante il periodo di sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e che può essere fruito da uno solo dei genitori oppure da entrambi, ma non negli stessi giorni e sempre nel limite complessivo (sia individuale che di coppia) di quindici giorni per nucleo familiare (e non per ogni figlio).

Oltre ad elencare le varie compatibilità e incompatibilità per avere diritto al congedo e a mettere quest’ultimo in rapporto alle varie situazioni di “Cassa Integrazione”, ovvero a tutti i diversi strumenti di sostegno del reddito per sospensione o cessazione dell’attività lavorativa, il Messaggio dell’Istituto tratta anche nello specifico il tema dei permessi per assistere figli con disabilità, con ulteriori aperture, rispetto ai precedenti pronunciamenti, ma anche con letture più restrittive in relazione ad interpretazioni passate dell’INPS stesso.

Suggeriamo quindi senz’altro ai Lettori la consultazione dell’approfondimento curato da HandyLex.org (a questo link), che si occupa ampiamente dei vari aspetti del Messaggio INPS n. 1621. (S.B.)

superando

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ma come si fa a rientrare al lavoro con scuole e asili chiusi (e i nonni in quarantena)?

Next Article

Coronavirus, scelta app per il tracciamento: si chiamerà ​Immuni. A breve l'ok del governo

Related Posts
Leggi di più

Un lavoro da 1.250 euro al mese? I neolaureati dicono no

I dati del 26esimo rapporto di Almalaurea fotografano un cambiamento di esigenze da parte di chi si affaccia, dopo l'università, sul mercato del lavoro: non si è più disposti ad accettare stipendi non ritenuti consoni al titolo di studio ottenuto.