E’ aperto il Bando per il Servizio Civile Nazionale in AISM

E’ aperto il Bando per la Selezione di giovani da impiegare nei progetti di Servizio Civile in AISM. Offre la possibilità di essere cittadini attivi e responsabili, di vivere un’esperienza unica aiutando gli altri. AISM, in particolare, da cinquant’anni impegnata a garantire il diritto della piena partecipazione e inclusione sociale delle persone con SM, permette la realizzazione di progetti che rispondono concretamente ai bisogni delle persone con sclerosi multipla.
Ha una durata di 12 mesi, possono aderire ragazzi e ragazze di cittadinanza italiana o di altri Paesi dell’Unione europea che abbiano compiuto diciott’anni e non abbiano superato ventotto. La domanda dovrà pervenire entro il 28 settembre 2018.
La Sezione Provinciale AISM di Roma sta cercando quindici volontari (di cui 1 con minori opportunità).
I volontari AISM in SCN (servizio civile nazionale) potranno impegnarsi in attività di supporto alla persona, offrendo assistenza domiciliare e supporto all’autonomia. Potranno impegnarsi nelle attività di accoglienza alle persone, anche telefonica, dando supporto nelle attività di backoffice. Collaborare all’attività di ritiro e consegna farmaci, di inclusione e socializzazione, favorendo la mobilità delle persone.
Potranno svolgere volontariato all’interno della sezione AISM sul territorio, negli infopoint del centro clinico.
Requisiti: Per partecipare alla realizzazione dei progetti, i candidati, senza distinzione di sesso, devono essere cittadini italiani o di altri Paesi dell’Unione europea o cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti che abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo (28 anni e 364 giorni) anno di età alla data di presentazione della domanda.
Non possono presentare domanda gli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia; i giovani che abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che lo stiano prestando ai sensi della legge n. 64 del 2001, nonché coloro che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella  realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani e per l’attuazione del progetto sperimentale europeo IVO4ALL; i giovani che abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.
Non costituisce causa ostativa alla presentazione   della domanda di servizio civile nazionale  l’aver  già  svolto  il  servizio  civile  nell’ambito  del  programma  europeo  “Garanzia  Giovani” e nell’ambito  del  progetto  sperimentale  europeo  IVO4ALL  o  aver  interrotto  il  servizio  civile nazionale  a  conclusione  di  un  procedimento  sanzionatorio  a  carico  dell’ente  originato  da segnalazione dei volontari.
A chi inviare la domanda: La domanda deve essere presentata unitamente agli allegati previsti, direttamente alla sede di attuazione di AISM secondo le seguenti modalità: via PEC, con raccomandata a/r all’indirizzo della sede di attuazione o presentata a mano all’indirizzo della sede di attuazione (entro le ore 18,00 del 28 settembre 2018).
Sarà possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio civile, da scegliere tra quelli inseriti nel bando nazionale o nei bandi regionali e delle province autonome, pena l’esclusione.
 
Per il bando, la domanda di adesione ed ulteriori informazioni:
https://www.aism.it/index.aspx?codpage=2018_rete_bando_servizio_civile_nazionale

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Concorso per titoli per graduatorie nazionali docenti nelle Istituzioni AFAM

Next Article

Alla Liuc vince la cooperazione. Fondi per la ricerca dall'Unione europea: lavoreranno giovani ricercatori

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.