Cagliari: crolla il soffitto alla Casa dello Studente

Una infiltrazione d’acqua ha provocato il cedimento di una parte dell’intonaco della volta della hall nella Casa dello Studente a Cagliari, nessuno è rimasto ferito e la struttura sta operando regolarmente. A riportarlo è l’Unione Sarda.

“Il fatto è avvenuto all’alba – ha spiegato la direttrice generale dell’Ersu, Michela Mancuso – si è verificato un distaccamento di una parte dell’intonaco della volta in via Trentino. Il cedimento è avvenuto alle 5:20 quando si sono staccati, a causa di una infiltrazione di acqua, due pezzi di intonaco larghi 30 centimetri per 40. Non si è fatto male nessuno. Noi abbiamo subito fatto intervenire i nostri tecnici e i Vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza l’area levando il contro soffitto. I ragazzi possono tranquillamente usufruire dei loro alloggi, utilizzando un altro ingresso. Stiamo già lavorando per ripristinare tutto, non escludiamo di riuscirci già in giornata”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nell'industria del sesso per pagarsi la retta

Next Article

Gli studenti in piazza con Landini e i metalmeccanici

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".