Volontariato in Indonesia con AIESEC per migliorare la qualità dell’educazione.

Dal 13 Gennaio al 26 Febbraio al via il progetto #IWasHere in Jakarta per contribuire allo sviluppo di questo Paese.

I conflitti tra etnie e culture diverse sono uno dei principali problemi che affliggono l’Indonesia e in particolare la città di Jakarta. Questo è uno dei motivi per cui AIESEC ha attivato il progetto di volontariato #IWasHere, con lo scopo, appunto, di educare la popolazione indonesiana alla tolleranza e accettazione della diversità.
Le principali attività:

  • Educare all’importanza della tolleranza per prevenire le mentalità ristrette che portano al conflitto
  • Rompere gli stereotipi in luoghi con un livello di intolleranza elevato
  • Mostrare la tua cultura alla popolazione di Jakarta

Prendendo parte a questo progetto in Indonesia avrai l’opportunità di creare un impatto positivo sulla realtà locale di Jakarta, esplorare la loro cultura e dare un contributo nell’eliminare stereotipi in posti dove l’intolleranza è molto elevata, inoltre contribuirai all’obiettivo sostenibile numero 4 dell’ONU.
Il processo di selezioneconsiste in una chat o in un video nel quale il candidato potrà presentarsi e motivare la scelta del progetto. La quota associativa per partecipare al programma Global Volunteer è di 300 euro. L’alloggio e un pasto al giorno sono inclusi nella quota di partecipazione.
Scadenza candidature: 1 Gennaio 2019
Per candidarsi al progettoo scoprirne di nuovi, visitare il sitoaiesec.org.
Per maggiori informazioni scrivere a [email protected]
AIESECè il network internazionale di giovani più grande al mondo, presente in più di 120 Paesi e Territori. L’obiettivo principale è quello di sviluppare una leadership consapevole nei giovani tramite esperienze di volontariato e tirocinio all’estero. Dal 2015, inoltre, AIESEC collabora con le Nazioni Unite per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibiledell’agenda 2030: ogni progetto è connesso ad una specifica problematica e permette ai ragazzi di agire, tramite piccole azioni quotidiane, alla risoluzione e sensibilizzazione di questo obiettivo.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nuova procedura on-line per il riconoscimento della qualifica professionale di docente

Next Article

L’intervento del Ministro Bussetti alla presentazione del volume “La nuova Corte dei Conti: responsabilità, pensioni e controlli

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.