Viola il sistema informatico della scuola, sarà assunto in un’azienda

Colto da spirito altruista, un giovane studente della scuola Marzotto di Valdagno (VI), è entrato nel sistema informatico della scuola per dare una spintarella verso l’alto ai voti dei compagni messi male. Denunciato per violazione informatica, il giovane di origine indiana, ha avuto la sua rivincita. Un’azienda specializzata in ingegneria informatica, infatti, gli ha offerto un lavoro.

Colto da spirito altruista, un giovane studente della scuola Marzotto di Valdagno (VI), è entrato nel sistema informatico della scuola per dare una spintarella verso l’alto ai voti dei compagni messi male. Denunciato per violazione informatica, il giovane di origine indiana, ha avuto la sua rivincita. Un’azienda specializzata in ingegneria informatica, infatti, gli ha offerto un lavoro.

Altro che alternanza scuola lavoro, il passo non è mai stato così breve. L’azienda di ingegneria, “Ceremit” di Thiene, ha già contatto un avvocato per offrire l’assistenza legale al giovane quando dovrà affrontare il tribunale dopodiché gli offrirà una possibilità di occupazione.

Non discuto il reato – precisa uno dei responsabili della “Cermit”, Alessandro Petracca spetta alla magistratura accertare. Ma quel ragazzo sembra essere veramente in gamba, e dobbiamo dargli una possibilità. Molti dei consulenti delle aziende americane sono stati prima degli hacker“.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Lady Gaga trash show, la bionda vomita sul palco

Next Article

Contratto per ricercatore all'Alma Mater

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident