Vietato giocare a calcio in spiaggia. L’ordinanza del sindaco fa discutere Sorrento

Vietato giocare a pallone

Vietato giocare con il pallone, che si tratti di una partita improvvisata di calcio, basket o pallavolo, sulle spiagge di Sorrento. Lo decide un’ordinanza emessa dal sindaco Giuseppe Cuomo, che prevede anche il divieto di “condurre o far permanere qualsiasi tipo di animale, anche se munito di museruola o guinzaglio”: le spiagge sorrentine diventano quindi zona rossa per i cani.

L’ordinanza di disciplina della balneazione per la stagione estiva 2013 prevede una serie di disposizioni generali, rivolte a bagnanti e agli stabilimenti, e diverse prescrizioni.

Tra queste, il divieto di praticare qualsiasi gioco “salvo nelle zone debitamente attrezzate dai concessionari”, e di portare animali in spiaggia con l’unica esclusione delle unita’ cinofile munite di brevetto rilasciato dalla Sics (Scuola italiani cani salvataggio).

Ma anche: divieto di campeggiare; di lasciare natanti in sosta; di lasciare dopo il tramonto ombrelloni, sedie, sdraio o tende; fare pubblicita’ attraverso la distribuzione di volantini o manifesti e gettare in acqua o sugli arenili rifiuti di qualsiasi genere.

Comincia l’estate, quindi, e comincia la stagione dei divieti. Ad Avellino, ad esempio, il neo sindaco Foti, appena insediato, aveva immediatamente lanciato la sua ordinanza contro i “Supersantos”. “E’ vietata la pratica di giochi di qualsivoglia genere che possano recare intralcio, disturbo o danni, a beni pubblici o privati, costituendo pericolo per il transito pedonale” – si leggeva nella nota.

Ma non finisce qui: a Venezia il divieto questa volta colpì proprio i bambini: niente ragazzi al parco, disturbano i cani, si leggeva nel cartello esposto nel Parco di Villa Loggia. Come a dire, mettetevi l’anima in pace: l’estate dei divieti è appena iniziata.

RN

 

Total
0
Shares
1 comment
  1. giusto, in spiaggia si va per stare al sole e rilassarsi tranquillamente e non certo per stare attenti ai palloni che ti colpiscono addosso con tanta ferocia, pericolossissimi per la salute, un mio amico ha perso la milza per una pallonata in spiaggia, tutti i sindaci dovrebbero prendere questo provvedimento, per salvaguardare l’incolumità e la salute del cittadino, per il gioco del calcio esiste il campo adatto, lo immagginate attrezzato con sdraio e ombrelloni.

Lascia un commento
Previous Article

Sostanze allucinogene per curare i traumi, l'ultima ricerca dall'Università di San Francisco

Next Article

Per i laureati poco spazio nella pubblica amministrazione

Related Posts
Leggi di più

Si laurea in autogrill pur di andare allo stadio a vedere una partita di Coppa Italia

Massimo Vitti, tifosissimo del Bari, non ha voluto rinunciare alla trasferta di Parma nonostante fosse già in programma la sua proclamazione a dottore in Economia Aziendale. Si è fermato in una stazione di servizio per collegarsi con l'università in videochiamata: alla fine il voto di laurea è stato di 82 su 110 mentre il Bari ha perso ed è stato eliminato dal torneo.