Uno spin-off a misura d'uomo

uninsubria.gifL’unione fa la forza e dalle sinergie accademiche crescono spesso buoni frutti: è nata “Melete srl”, società che mira a valutare il rischio chimico per la salute umana e per l’ambiente di ogni sostanza presente sul mercato. Si tratta di un primo spin-off dell’università degli Studi dell’Insubria in collaborazione con l’università degli Studi di Milano e alcuni partner industriali e istituzionali. La costituzione è stata possibile grazie all’impegno dei professori Domenico Maria Cavallo e Sandro Recchia del Dipartimento di Scienze Chimiche ed Ambientali dell’ateneo insubrico di Como-Varese.
“L’idea è nata dalla necessità di applicare il regolamento ‘Reach’ (Registration, Evaluation, Authorization and Restriction of Chemicals) dell’Unione europea sulla registrazione delle sostanze chimiche”, spiega il professor Cavallo. In base a questo regolamento comunitario (in vigore in Italia dal primo giugno scorso) tutte le aziende che hanno a che fare con sostanze chimiche devono registrarle sul sito dell’Agenzia europea delle sostanze chimiche(ECHA) immettendo dati relativi alla tossicità, all’impatto sull’ambiente e sull’uomo e alle caratteristiche di ciascuna sostanza.
Continua Cavallo: “Dal mondo delle Pmi e degli artigiani sono quindi pervenuti segnali forti di richiesta del nostro contributo tecnico-scientifico ed alcuni di loro ci hanno contattati per spingerci ad avviare un Progetto che potesse in qualche modo supportare queste aziende”.
Così è nata l’idea di realizzare questo network tra gruppi di ricerca accademici complementari tra loro che, con il proprio know-how interdisciplinare e di elevato livello scientifico, riesce a soddisfare l’intera gamma dei servizi di ricerca applicata e di consulenza previsti da questo regolamento, supportando le imprese nelle complesse procedure di pre-registrazione e registrazione. “Quando si è presentata la possibilità per l’Uninsubria di aderire allo spin-off abbiamo fatto il possibile per non perdere quest’occasione e siamo entrati a far parte di Melete”.
Manuel Massimo 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Tagli, Trento non si preoccupa

Next Article

Ricercatori, 300mila € per un buon progetto

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".