Università di Pisa, Sinistra Per esulta: “Dal 2017 arriva la nuova residenza universitaria”

residenza
Dopo tre anni di battaglie e di mobilitazioni finalmente è stato trovato l’accordo: “Dal 2017 saranno disponibili 522 nuovi posti letto a Pisa.

Dopo un’estenuante trattativa, INAIL e Azienda Regionale per il diritto allo studio hanno firmato il fondamentale accordo per riaprire la struttura di via Paradisa come residenza universitaria. 522 posti alloggio potenziali che dal 2009 non sono più a disposizione degli studenti borsisti e che potranno tornare a ricoprire una cruciale funzione sociale nel 2017, dopo gli interventi di ristrutturazione e ripristino.

“Oggi una brutta vicenda nella nostra città ha finalmente trovato un esito positivo” – dichiara Guido Cioni, rappresentante degli studenti di Sinistra per… nel CdA del DSU Toscana – “sia perché sarà recuperato e riqualificato un immobile lasciato per troppo tempo all’abbandono, sia perché sarà attenuata l’attuale mancanza di alloggi studenteschi” Sinistra per… aveva rilanciato pubblicamente nell’autunno del 2012 la necessità di un accordo fra i due entri, attraverso un’occupazione simbolica della struttura e un blitz nella sede provinciale di INAIL.

Per gli studenti, tuttavia, la partita non si conclude qui. “In primo luogo – prosegue Cioni – ARDSU può e deve accelerare sui tempi di presentazione del progetto esecutivo per i lavori di ristrutturazione. Inoltre, servono interventi in grado di dare risposte immediate ai 1420 studenti esclusi dal posto alloggio”.

Il riferimento è esplicito. Gli studenti si chiedono a questo proposito quando il Consiglio e l’Amministrazione Comunale prenderanno una posizione chiara sulla proposta di concedere ad ARDSU l’ex convento di Santa Croce in Fossabanda per realizzare una mensa e 100 alloggi. “Dopo le dichiarazioni di Sant’Anna e Normale, che hanno smentito il loro interesse sull’immobile, non ci sono più scuse: auspichiamo che nella prossima discussione sul Bilancio Comunale la nostra proposta venga affrontata con serietà e venga aperto un tavolo di trattativa per la concessione temporanea di Fossabanda al DSU”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Mistero all'Università di Padova: studente suicida dall'ottavo piano

Next Article

Upperapp premia le idee degli universitari

Related Posts
Leggi di più

Sapienza, Bologna e Padova le tre migliori università italiane secondo la classifica Artu. Nel mondo a guidare è Harvard

Pubblicata la classifica redatta dall'University of New South Wales di Sydney che unisce in un unico indice i tre ranking mondiali più influenti: Quacquarelli Symonds (Qs), Times Higher Education (The) and the Academic Ranking of World Universities (Arwu). La prima italiana, La Sapienza di Roma, si piazza al 155esimo posto, l'ultima (il Politecnico di Torino) al 370esimo.
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.