Unisob, le testimonianze di laureati eccellenti

L’ateneo affida ai suoi migliori laureati la presentazione dei propri corsi di laurea e soprattutto di un proprio specifico modo di “fare università”.

L’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli offre anche quest’anno un incontro di orientamento caratterizzato dalle testimonianze di brillanti laureati dell’ateneo.

L’iniziativa, proposta lo scorso anno dalla facoltà di Giurisprudenza, in questa edizione abbraccerà tutte le facoltà . L’appuntamento, per universitari e diplomandi è per oggi a partire dalle ore 15,00.

Alla sessione di presentazione della Facoltà di Giurisprudenza, coordinata dal Preside Vincenzo Omaggio, i laureati eccellenti saranno il notaio Marco Marini, il magistrato Marcello Polimeno e il funzionario del Parlamento Europeo Sergio Napolitano.

La giornalista Francesca Milano, la ricercatrice universitaria Clelia Castellano e la managing editor Adele Savarese saranno, invece, i laureati eccellenti per la presentazione della Facoltà di Scienze della Formazione, coordinata dal Preside Enrico Corbi .

Il critico d’arte Stefano Taccone, la traduttrice Silvia Suriano e il consulente dei beni culturali Carmine Lepore saranno i laureati eccellenti a cui sarà affidata la presentazione, coordinata dalla Preside Emma Giammattei della Facoltà di Lettere.

L’ateneo affida così ai suoi migliori laureati la presentazione dei propri corsi di laurea ma anche e soprattutto di un proprio specifico modo di “fare università”.
Un ateneo a misura di studente, strutture e laboratori all’avanguardia, una formazione universitaria fortemente proiettata alla pratica ed al mondo del lavoro. Sono queste le caratteristiche che evidenziano, nel vasto panorama degli atenei italiani, la specificità dell’Università Suor Orsola Benincasa, la più antica tra le università libere italiane.

“Ed è per noi è un motivo di grande orgoglio – spiega Lucilla Gatt, responsabile del Servizio di Job Placement dell’Università Suor Orsola Benincasa – vedere che negli ultimi anni sono sempre di più i nostri laureati che hanno raggiunto posizioni di eccellenza nel mondo delle professioni e che siano loro stessi a voler tornare per un giorno tra i banchi dell’Ateneo con grande entusiasmo e spirito di appartenenza per illustrare risultati che sono il frutto di un progetto formativo ambizioso”.

I risultati del Servizio di Job Placement. “Tengo a sottolineare con soddisfazione – continua Lucilla Gatt – che è in continuo aumento la percentuale dei nostri laureati che riescono a trovare in breve tempo occupazioni di prestigio attraverso l’attività del nostro Ufficio di Job Placement che si occupa di facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro di laureandi e laureati attraverso tirocini presso istituzioni pubbliche nazionali ed internazionali ed opportunità di stage e di placement sia in Italia che all’estero presso enti, imprese e studi professionali di alto prestigio.

Associazione ALSOB – L’Associazione dei Laureati del Suor Orsola. In ogni sessione di presentazione sarà presente anche il Presidente della Sezione di Facoltà dell’Associazione dei Laureati del Suor Orsola, che è nata nel 2011 con l’obiettivo di riprendere e rafforzare i rapporti tra i laureati dell’Ateneo al fine di favorire un proficuo scambio di esperienze e conoscenze finalizzato alla realizzazione di iniziative di carattere sociale e culturale ed alla creazione di una rete di monitoraggio e di incentivazione delle opportunità occupazionali.

Info e programma completo su www.unisob.na.it/eventi

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Agenda digitale, se ne discute sul web

Next Article

Due Nobel presentano ‘Alumni Federico II’

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"