UniCredit mette a disposizione 15 borse di studio con lo "Study-Abroad Exchange Programme"

LIMITE PER LE CANDIDATURE SCADUTO
UniCredit & Universities lancia la 6^ edizione del concorso UniCredit Study-Abroad Exchange Programme. Il concorso mette a disposizione 15 borse di studio per trascorrere un periodo di scambio all’estero. 
E’ possibile usufruire della borsa per periodi di studio in uno dei seguenti 17 paesi del perimetro UniCredit: Austria, Russia , Azerbaijan, Germania, Serbia, Bosnia Erzegovina, Ungheria, Slovacchiia, Bulgaria, Italia, Slovenia, Croazia, Polonia, Turchia, Repubblica ceca, Romania, Ucraina.
Per partecipare al concorso, i candidati devono:
1. essere studenti universitari (laurea triennale o master), iscritti almeno al secondo anno (nel caso di una laurea triennale) di un corso di laurea in economia, finanza o giurisprudenza presso un’università del perimetro UniCredit.
2. indicare come destinazione solo le università che abbiano un accordo di scambio con l’università di provenienza (max 3 università di destinazione). Il periodo di scambio potrà effettuarsi a partire da gennaio 2017 e dovrà concludersi entro marzo 2018.
A ciascun vincitore sarà corrisposto un assegno mensile di €700 (al lordo delle imposte) per la durata dello scambio e un importo fisso di €1.000 per le spese di viaggio, di visto o altro.
Sarà possibile inviare la propria candidatura fino al 15 novembre 2016. I vincitori saranno nominati entro il 15 dicembre 2016.
Il Bando

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

INPS: bandite 7.741 borse di studio per studenti delle scuole medie e superiori

Next Article

Borse di ricerca per la Germania

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.