Un lavoro a Barcellona per giovani italiani nelle Risorse Umane: i dettagli

lavoro a barcellona

Un lavoro a Barcellona, in Spagna, nel gruppo internazionale di Consulenti in Tecnologia e Management. L’azienda Amaris propone un’offerta di lavoro nell’ambito delle Risorse Umane a Barcellona: il contratto va dai 6 ai 12 mesi, ed è rinnovabile.

L’offerta si rivolge a candidati italiani con un buon livello nella conoscenza della lingua inglese. Anche la conoscenza della lingua spagnola sarà ben accetta. Fondamentale, comunque, sarà un’ottima padronanza dell’Italiano. L’inizio dello stage è previsto “il prima possibile”. Ecco tutte le informazioni, come riporta Scambieuropei.it

Paese: Spagna
Città: Barcelona
Data di inizio: prima possibile
Lingue: Inglese (B2/C1) o italiano. La conoscenza di altre lingue, in particolare lo spagnolo, sarà considerato un plus

Età: max 27 per motivi contrattualistici
Contratto: s’iniza con un contratto da tirocinio di 6 o 12 mesi, diviso in 3 parti (fisso+bonus)
Cv: English or italian

Caratteristiche dei candidati:
– interesse nel lavorare nell’ambito delle risorse umane,
– se hai già fatto un’esperieza anche breve nell’ambito della selezione del personale/recruitment o se hai studiato HR è un plus,
– esperienza all’estero è considerata un plus.

ISCRIZIONE:
Per iscriversi è necessario compilare il seguente FORM

 

Leggi anche: “Stage nelle Istituzioni Europee: tirocini fino a 1.900 euro al mese”

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scoperta la proteina che mantiene giovani

Next Article

"Così staneremo i baroni nelle università". La rivoluzione (silenziosa?) del ministro Giannini

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.