Un anno di viaggi e 100 mila dollari di stipendio: in palio il lavoro più bello del mondo

lavoro più bello del mondo

Il lavoro più bello del mondoIl motore di ricerca Jauntaroo cerca il suo Chief World Explorer per trovare le destinazioni più affascinanti. Requisiti: spirito d’avventura, capacità di storytelling e dimestichezza con la fotocamera

 

Viaggiare in giro per il mondo, cercare le destinazioni più affascinati ed essere anche pagati 100.000 dollari per farlo. È il lavoro più bello del mondo, offerto dall’agenzia di viaggi Juantaroo.

Requisiti richiesti: essere avventurosi e aperti a nuove esperienze, avere ottime doti di scrittura e di racconto, saper maneggiare con disinvoltura fotocamere e videocamere.

Completano il profilo responsabilità, professionalità, senso etico e predisposizione ad aiutare il prossimo.

Il concorso è aperto a tutti coloro che hanno compiuto diciotto anni entro il 12 agosto e che sono in possesso dei requisiti legali per ottenere un visto di lavoro per gli Stati Uniti.

Il fortunato vincitore dovrà aggiornare il sito con le foto e i video scattati nei suoi viaggi, programmare future vacanze con tutte le informazioni necessarie e partecipare a tutti gli eventi organizzati da Jauntaroo, della quale sarà ambasciatore in tutti i suoi spostamenti.

Il periodo di lavoro andrà dal primo gennaio al 31 dicembre 2014 e verrà remunerato con un compenso totale di 100.000 dollari.

Per proporre la propria candidatura bisogna creare un video di presentazione di 60 secondi, in cui spiegare perché ti senti la persona più adatta a svolgere questo lavoro. Il video va postato sul sito di Jauntaroo, nell’apposita sezione, dove è anche possibile iscriversi al contest.

Per maggiori informazioni e vedere le presentazioni degli altri candidati, provenienti da tutto il mondo, consultate questo link.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Pietro Coletta, specializzando in medicina: dall'Università delle Marche in Sierra Leone per Emergency

Next Article

Contact music: la prima community per divulgare le opere musicali inedite

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.