Tragedia a Roma: studente americano cade nel Tevere e muore

Studente americano morto a Roma

Studente americano morto a Roma – Uno schianto dopo un volo di oltre 15 metri. Ha perso la vita così Andrew Cate Carr, giovane studente 21enne americano che questa notte è stato trovato morto sulla banchina del Tevere. 

Ancora da chiarire la dinamica dell’incidente: sono sotto choc i sei amici che al momento lo accompagnavano per un giro nelle vie del centro. L’allarme è scattato poco dopo le 2, quando i carabinieri hanno ricevuto una chiamata per un corpo privo di vita sulla banchina.

Secondo alcuni testimoni, il giovane sarebbe salito in piedi sul parapetto del Lungotevere Tebaldi, nella zona di Ponte Sisto, per poi cadere tragicamente.

Non è la prima volta che accadono episodi simili. Gli studenti in arrivo a Roma, soprattutto stranieri, sono spesso i primi ad esagerare con gli alcolici. Qualcuno, poi, dà la colpa all’ormai famoso Pub Crowl, giro di locali notturni con alcolici a prezzi molto scontati, molto di moda tra i ragazzi.

Già nel 2009, un episodio molto simile. Un 20enne australiano cadde nel Tevere, proprio dopo aver partecipato ad un Pub Crowl. C’è da chiedersi se è davvero arrivato il momento di agire in maniera concreta per arginare episodi del genere.

RN

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il vino perfetto? Esiste, e lo studiano all'Università di Verona

Next Article

Gli studenti italiani conoscono l'inglese meglio di Spagnoli e Francesi

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale