Soddisfatti o rimborsati? In Inghilterra l'Ateneo rimborsa lo studente che non trova lavoro

Soddisfatti o rimborsati. All’Università del Surrey, a Guildford, in Inghilterra, si può. Nei giorni scorsi, infatti, la University of Law ha lanciato una nuova modalità per il corso di pratica legale, un master della durata di un anno che è obbligatorio seguire per cominciare la professione di avvocato.

Da settembre, così, tutti gli studenti che non troveranno un posto di lavoro entro 9 mesi dal diploma riceveranno un rimborso pari alla metà delle tasse scolastiche pagate. Si tratta di una somma che può arrivare fino alle 7.000 sterline (quasi 10.000 euro): il corso, infatti, ha un costo che oscilla tra le 14.000 e le 10.000 sterline complessive.

Un progetto ambizioso, rilanciato dall’Università sul proprio sito: già oggi – secondo l’Ateneo britannico – il 98 % degli studenti di pratica legale laureati nel 2013 ha trovato un posto nell’arco di 9 mesi. Il progetto “promessa d’impiego” insiste proprio su questo punto. I responsabili del corso sono convinti di iniziare una vera e propria rivoluzione nella preparazione di avvocati ed esperti legali.

Va detto, comunque, che l’offerta lanciata dall’Università di Guildford arriva in un momento nel quale nel Regno Unito si è sviluppata una grandissima competizione tra le 40 istituzioni che offrono questo diploma, per procacciarsi il maggior numero di studenti.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola ai nastri di partenza, ma 1.700 istituti inizieranno senza preside

Next Article

La rassegna stampa di martedì 25 agosto

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".