Sequestrate mascherine U-mask: aperta un’inchiesta a Milano

U-Mask: inchiesta della Procura per frode. La “mascherina dei vip” ha capacità di filtraggio più bassa della legge?

U-Mask: inchiesta della Procura per frode. La “mascherina dei vip” ha capacità di filtraggio più bassa della legge?

La procura ha disposto il sequestro in dieci farmacie e nella sede della società per analizzare la capacità di filtraggio delle mascherine. Indagato l’amministratore italiano. La società: “Il nostro prodotto rispetta le norme”

La Procura di Milano ha disposto il sequestro in dieci farmacie milanesi e nella sede della società di 15 mascherine U-Mask complete di filtro e di 5 filtri per effettuare le analisi sulla loro effettiva capacità di filtraggio e se conforme a quanto dichiarato dall’azienda.

L’inchiesta coordinata dai procuratori aggiunti Tiziana Siciliano ed Eugenio Fusco è stata affidata alla Polizia locale e alla polizia giudiziaria del dipartimento Salute, Ambiente e Lavoro. L’indagine è nata da un esposto di una ditta concorrente con allegati gli esiti di analisi di laboratorio secondo i quali la capacità di filtraggio della mascherina biotech con il filtro che dura 150-200 ore sarebbe del 70-80 per cento a fronte del 98-99 per cento dichiarato ufficialmente.

L’amministratrice della filiale italiana della società londinese è indagata come atto dovuto. La procura ora ha affidato a un consulente l’incarico di analizzare le mascherine sequestrate per stabilire l’effettiva percentuale di filtraggio. Il reato contestato è il 515 del Codice penale in quanto l’ipotesi su cui sono in corso verifiche è che il prodotto abbia caratteristiche non conformi a quanto dichiarato.

La società si dice certa che “le indagini chiariranno la trasparenza del nostro operato”: “Abbiamo collaborato attivamente con gli inquirenti, fornendo tutta la documentazione richiesta. Ribadiamo che il prodotto U-Mask rispetta pienamente le norme e le leggi in materia. Tutta la documentazione tecnica relativa ai nostri dispositivi è stata a suo tempo inviata – come prescritto dalla legge – alle Autorità competenti (Ministero della Salute) che, preso atto della correttezza della documentazione accompagnatoria e delle prove tecniche effettuate, ne ha disposto l’approvazione e la registrazione come dispositivi medici di classe uno”.

Leggi anche:

“Mio figlio non mette la mascherina in classe”. Papà rifiuta l’obbligo, preside chiama la polizia

Coronavirus, circolare del ministero: mascherina obbligatoria anche al banco

Scuola, scatta obbligo mascherina anche per le elementari: “Va portata sempre”

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Bimbo ritrova uso della mano grazie ad impianto di un dito del piede

Next Article

Lattoferrina contro il Covid, le sperimentazioni da Roma a Biella: cosa sappiamo

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".