Ritorna lo YIF : Generazione Erasmus, formazione e il lavoro che sarà

Una tre giorni per aiutare i giovani a costruirsi un futuro. Con questo obiettivo, Italia Orienta riporta a Roma il più grande salone di internalizzazione in Italia. Tra le tante opportunità di lavoro 80 posti da Amazon in Italia, 50 chef nel Regno Unito, 30 alla Corte di Giustizia europea. All’ex Mattatoio Testaccio dal 4 al 6 ottobre ad ingresso gratuito.

Sempre più scuola, estero ed opportunità di lavoro. La nona edizione dello “Young International Forum” si apre quest’anno con uno sguardo a 360 gradi sul mondo degli studenti che hanno scelto di formarsi fuori dall’Italia, scegliendo progetti di alta formazione. Uno su tutti: l’Erasmus. Ma chi sono questi ragazzi, quali sono le città che preferiscono per i loro studi all’estero e specialmente quali sono le competenze che si “riportano” in Italia? Ce lo racconteranno e mostreranno i protagonisti di queste storie durante la tre giorni, anche attraverso collegamenti e video servizi realizzati direttamente da loro.
Anche quest’anno poi migliaia di giovani provenienti da tutta Italia avranno la possibilità di immergersi in laboratori, punti informativi, seminari, colloqui, test attitudinali, con un unico obiettivo: mettere in moto il proprio progetto di vita. Tante le opportunità sotto forma di borse di studio, premi, stage, lavoro e volontariato, consultabili allo YIF nello spazio appositamente allestito che prende il nome dalla sua piattaforma: “Likefogg”. Qui saranno a disposizione dei ragazzi anche le “Guide al Paese”, dei veri e propri manuali per chi vuole intraprendere un percorso di studio o lavoro fuori dall’Italia. Tra le tante opportunità che i ragazzi potranno visionare e consultare ci sono 80 posti per Amazon in Italia, 50 chef nel Regno Unito, 30 alla Corte di Giustizia europea.
Diverse invece le aree dove orientarsi. Dall’area tutor, dove docenti e tutor della Fondazione Italia Orienta saranno a disposizione per offrire un primo colloquio orientativo per scegliere al meglio il proprio percorsi di studi, all’area espositiva, dove Istituzioni, Università, Accademie ed Enti di Formazione potranno rispondere ai dubbi dei ragazzi. Un luogo dove incontrare direttamente gli addetti ai lavori. E per sottolineare l’importanza dell’interazione fra scuola e lavoro, lo YIF mette in primo piano il laboratorio sulle “Competenze per il lavoro”, un seminario per spiegare ai giovani cosa si aspettano le imprese e per raccordare sempre più le attività scolastiche alle richieste del mondo del lavoro.
E poi, “Così mi Oriento”, il workshop di Orientamento Post Diploma per guidare i ragazzi verso una scelta autonoma e responsabile, attraverso la consapevolezza del sé, delle proprie risorse e competenze. Non mancherà poi l’area dei Test attitudinali, per scoprire quale facoltà o lavoro si addice di più a ciascun giovane.
“Anche quest’anno apriamo le porte dello YIF a migliaia di giovani da tutta Italia, sapendo quanto conta per loro avere un confronto costruttivo ed una piattaforma di ascolto delle loro istanze, ma anche dei loro dubbi”, spiega Mariano Berriola, presidente della Fondazione educativa “Italia Orienta”. “Ci auguriamo – prosegue Berriola – che il Governo potenzi le risorse in favore dei giovani già dalla prossima legge di bilancio”.
Lo YIF si svolge con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, di Camera, Senato e Comune di Roma. L’appuntamento è dal 4 al 6 ottobre negli spazi dell’ex Mattatoio Testaccio (9-14) con ingresso gratuito.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, 1 su 4 senza manutenzione: verifica sismica solo sul 27%

Next Article

Erasmus Stories, conosci Giulia e segui il suo erasmus a Hull

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.