Riscatto della laurea pagato dai genitori? Solo se il figlio è inoccupato

Il quesito. Vorrei pagare il riscatto della laurea quinquennale a mia figlia di 27 anni, che adesso è dipendente con contratto a tempo indeterminato e con contributi Inps. Potrò detrarre le somme versate per il riscatto, oppure solo mia figlia può fruire di tale vantaggio? E la domanda può essere presentata da me o dev’essere presentata da lei?
A.C. – Ancona

La risposta. La domanda di riscatto di laurea dev’essere sempre presentata dall’interessato: quindi, nel caso in esame, dalla figlia. E anche il pagamento dev’essere fatto dalla stessa interessata: il reddito da lavoro, infatti, le impedisce di essere considerata fiscalmente a carico dei genitori.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Post Diploma - Studiare Psicologia all'Università, cosa c'è da sapere

Next Article

Stipendi scuola, piccolo aumento da luglio per docenti e Ata. Le cifre

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.