Pubblicato il bando Intercultura 2015/2016: quasi 1.000 opportunità per studiare all'estero

Un anno che ne vale 100: questo lo slogan scelto da Intercultura per lanciare il nuovo bando destinato a giovani studenti delle scuole superiori che hanno voglia di mettersi in gioco e andare a studiare in un paese estero.
Sessanta paesi, quasi 1.000 le borse di studio proposte da Intercultura per il 2015/2016. Di queste, 485 vengono direttamente dalla fondazione Intercultura, mentre le restanti, a copertura totale o parziale delle spese di progetto, sono sponsorizzate e messe a disposizione da vari altri enti e istituti.
Possono partecipare al bando Intercultura 2015/2016 gli studenti delle scuole superiori, nati tra il 1° luglio 1998 e il 31 agosto 2001. Le borse di studio comprendono un periodo di preparazione prima del viaggio, le spese di spostamento nel paese di destinazione, quelle di ospitalità (generalmente in casa famiglia) per tutta la durata del progetto, il pagamento delle tasse di iscrizione nella scuola di destinazione e di tutti i materiali didattici, la copertura assicurativa all’estero (sia nel caso di incidenti che nei confronti di persone terze), l’assistenza.
I candidati dovranno sostenere una prova selettiva volta soprattutto a verificare i requisiti e le motivazioni dei ragazzi. Le prove si terranno in uno dei centri Intercultura vicini al domicilio del candidato.
Il bando è già consultabile a questo link. Le iscrizioni on line, invece, verranno aperte dal 1 settembre 2015. Per maggiori informazioni consultate il sito dell’Associazione Intercultura.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Breivik, l'assassino che uccise 77 persone sull'isola di Utoya, ammesso all'Università di Oslo

Next Article

Giannini in Israele, obiettivo: potenziare cooperazione con scuole ebraiche e Università

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.