Premio Raymond Loewy: 30mila euro a giovani designer

l’iniziativa, alla settima edizione, sostiene i giovani nell’avviamento alla carriera
Marco Gottardi, vincitore edizione 2011

Il museo Plart, spazio polifunzionale dedicato al recupero, restauro e conservazione delle opere di design in materiale plastico, ospita oggi la premiazione del Lucky Strike Talented Designer Award, contest di design nato per stimolare e supportare la creatività delle nuove leve del settore.

Un montepremi complessivo di 30mila euro per l’avviamento alla carriera e 10 menzioni d’onore ai progetti più significativi saranno assegnati dalla Raymond Loewy Foundation Italy ideatrice e organizzatrice del premio alla settima edizione.

L’iniziativa offre l’opportunità ai laureati e diplomati delle facoltà e scuole di design, comunicazione, moda e multimedia di misurarsi con uno stimolo creativo orientato ed ispirato alla filosofia di progetto del noto designer Raymond Loewy.

Hanno gareggiato quest’anno le tesi discusse tra l’1 ottobre 2010 e l’1 ottobre 2011, toccando 65 città e coinvolgendo 55 istituti e atenei.

I 13 studenti giunti alla finale sono: Elisabetta Bacconi (Università di Siena), Chiara Capuzzo (Politecnico di Milano), Benedetta Crippa (IUAV Venezia), Elvira Del Monaco (IUAV Venezia), Mariangela D’Este (Istituto Isia di Faenza), Boria Fanny (Politecnico di Milano), Desirée Gabriele (Ied Moda Milano), Francesco Lillo (Università La Sapienza di Roma), Lorenzo Orlandini (Politecnico di Milano), Valeria Perrotta (II Università di Napoli), Roberto Salodini (Politecnico di Milano), Danilo Scuccimarra, Paolo Valdinoci e Riccardo Roggi (Università di Firenze) e Alberto Solazzi (Politecnico di Milano).

I progetti dei finalisti saranno al centro di una mostra in programma al Plart (via Martucci, 48 Napoli) fino al 4 aprile ad ingresso gratuito.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Adottiamo un professionista. Parola di attore

Next Article

Etica e scienza, le tante domande post trapianto "Norris"

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".