Fondazione Lello Lombardi: 20 premi di studio per giovani laureati

La Fondazione Lello Lombardi in collaborazione con l’Istituto Luigi Sturzo ha istituito una Commissione Scientifica per il conferimento di 20 premi annuali a favore di lavori scientifici non ancora pubblicati su tematiche che hanno caratterizzato il pensiero politico e l’impegno di Lello Lombardi, avvocato e politico italiano, sottosegretario dal 1980 al 1987.
I premi si propongono di valorizzare ricerche originali di giovani studiosi a cui offrire opportunità di crescita, nonché di favorire l’approfondimento e la divulgazione, tra le nuove generazioni, del pensiero di coloro che hanno inteso la politica come un forte impegno civile orientato a grandi scelte, all’insegna dei valori del popolarismo.
Politica istituzionale, fiscale, socio-sanitaria, ambientale, problemi della giustizia, sviluppo culturale ed economico sono gli ambiti a cui Lello Lombardi ha dedicato la sua azione. Per questa prima edizione sono state prescelte le tematiche politico-istituzionali e quelle relative allo sviluppo culturale ed economico e alla tutela ambientale del territorio molisano.
I premi, consistenti rispettivamente nell’iscrizione a corsi di Alta Formazione Politica e a corsi in Europrogettazione, sono stati istituiti con il contributo dell’Istituto Banco di Napoli Fondazione, in considerazione delle comuni finalità di interesse sociale e promozione dello sviluppo dei territori meridionali, tra cui il Molise e nel presupposto condiviso che il superamento del divario tra le aree del Paese sia imprescindibile dalla formazione di una classe politica e di una classe dirigente colta, competente e preparata ad affrontare le nuove sfide e a cogliere le opportunità che anche l’Europa può offrire.
La Commissione Scientifica, che ha sede presso l’Istituto Luigi Sturzo, è presieduta da Francesco Malgeri ed è composta da esperti nelle materie politico-istituzionali e in quelle relative allo sviluppo culturale ed economico e alla tutela del territorio, oltre che da due rappresentanti della Fondazione Lello Lombardi.
E’ prevista l’assegnazione di 20 premi per ciascuna delle sezioni indicate nel bando.
Al concorso possono partecipare tutti coloro che abbiano conseguito una laurea triennale o titolo equivalente se conseguito presso università estere, che alla data dell’uscita del bando non abbiano superato i 35 anni di età , abbiano la residenza nel Molise e la cui ricerca non sia stata già pubblicata. Il limite di età è fissato a 40 anni per coloro che , oltre ai requisiti di cui sopra, abbiano conseguito anche una laurea specialistica, un master universitario o un dottorato di ricerca.
La domanda di partecipazione dovrà essere inoltrata, a mezzo raccomandata A/R alla “Commissione Scientifica per il Premio Lello Lombardi”, e/o Istituto Luigi Sturzo, via delle Coppelle 35, 00186 Roma, con l’indicazione della Sezione per la quale si concorre, entro il 31 gennaio 2016. 
Per informazioni su criteri di valutazione, termini di scadenza e di iscrizione, è possibile consultare il bando ufficiale BANDO PREMIO LELLO LOMBARDI

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Anna Ascani (PD) su Twitter battezza la riforma Renzi-Giannini con l'hashtag #labuonasola

Next Article

Università, online nuovo portale con i dati di bilancio degli atenei

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.