Picchia e insulta bambini di 3 anni: arrestata maestra nel viterbese

arrestata maestra

Arrestata mastra di scuola: picchiava e insultava gli alunni di appena tre anni. Succede a Monterosi, piccolo borgo in provincia di Viterbo. I carabinieri del luogo hanno messo agli arresti una maestra di scuola elementare per maltrattamenti aggravati ai danni di bambini.

A dare avvio alle indagini, coordinate dal PM Fabrizio Tucci, i racconti dei bambini e le segnalazioni dei genitori. Dopo aver installato delle telecamere nascoste all’interno dell’Istituto, gli inquirenti hanno potuto verificare i fatti e disporre, così, la misura restrittiva per l’insegnante 53enne, originaria di Ronciglione.

L’arresto giovedì mattina, al termine delle lezioni. La maestra dovrà rispondere di maltrattamenti aggravati. Al momento si trova agli arresti domiciliari.

Un altro episodio di violenza su minori dopo che ieri ha fatto scalpore la vicenda dei maltrattamenti subiti da un ragazzo di Guidonia che, non volendo andare a scuola e lamentando un “finto” malore, è stato picchiato dalla madre. A far scattare la denuncia, in quel caso, ci aveva pensato proprio una maestra.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

A 15 anni traduce in prosa l'Inferno di Dante: il tutto per finire un videogame

Next Article

Il Governo taglia le borse di studio: 24 studenti stranieri rischiano di dover rimpatriare

Related Posts
Leggi di più

Tamponi a scuola, dal Governo arriveranno 92 milioni di euro ma i presidi attaccano ancora: “Le Asl non sono in grado di tracciare i contagi in classe”

Continua lo scontro tra il Ministero dell'Istruzione e i dirigenti scolastici ormai stremati dall'enorme carico di lavoro dovuto alla gestione dei casi Covid all'interno dei loro istituti. La sottosegretaria Barbara Floridia promette procedure più snelle e nuove risorse per far fronte all'emergenza. Giannelli (Anp): "Presidi ormai allo stremo".
Leggi di più

Si studiano le materie STEM e solo per quattro anni: nasce il Liceo per la Transizione ecologica e digitale

Si chiamerà T.E.D. ed è il nuovo liceo pensato dal Ministero dell'Istruzione per formare e preparare i ragazzi alle sfide che la transizione ecologica e digitale impone anche nel nostro Paese. Le scuole interessate da questa novità sono 27 in tutta Italia e collaboreranno con le università e le aziende del Consorzio Elis. Per iscriversi c'è tempo fino al 28 gennaio.