Piano Scuola Digitale, al via Erasmus per 541 docenti

Giannini: “Una straordinaria occasione di formazione”
Un’estate di formazione sui temi dell’innovazione didattica e digitale, con la possibilità di confrontarsi con i colleghi di altri Paesi europei, frequentando corsi o scambiando esperienze e pratiche didattiche all’estero. È l’opportunità offerta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, a 541 docenti selezionati tra gli 8.303 animatori digitali individuati a valle della presentazione del Piano Nazionale Scuola Digitale come referenti per l’innovazione in ciascun istituto scolastico del Paese.
I 541 animatori che parteciperanno a questa esperienza formativa, realizzata in collaborazione con il programma Erasmus +, sono stati scelti da un comitato indipendente che ha valutato i loro progetti. I percorsi formativi saranno finanziati con 847.384 euro, provenienti da fondi europei.
“Il Piano Nazionale Scuola Digitale è uno dei fiori all’occhiello della Buona Scuola. Quella che stiamo offrendo agli animatori digitali è una straordinaria occasione di formazione, che anticipa i contenuti del Piano nazionale di formazione in cui le esperienze di scambio, anche con l’estero, rappresenteranno una pratica sempre più diffusa nel nostro sistema scolastico”, commenta il Ministro Stefania Giannini.
I Paesi di destinazione vanno da Cipro all’Estonia, dalla Finlandia alla Polonia, alla Repubblica Ceca, alla Croazia. Regno Unito (con 159 richieste), Spagna (79) e Belgio (77) sono le mete più gettonate dai docenti, che in gran parte (370) hanno scelto di frequentare corsi di formazione. I restanti 171 hanno invece scelto il confronto in presenza con i colleghi europei (job shadowing).
 
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di mercoledì 15 giugno

Next Article

La rassegna stampa di giovedì 16 giugno

Related Posts
Leggi di più

Legge sul reclutamento dei docenti: la formazione porterà nelle tasche dei prof più di 6mila euro

Ok al decreto sul Pnrr 2 che individua le nuove regole sul nuovo sistema di formazione per la classe docente: i tecnici del Senato hanno ipotizzato che chi porterà a termine il percorso di aggiornamento avrà un aumento una tantum di circa 6100 euro lordi. Intanto domani nuovo incontro sul rinnovo del contratto collettivo: si va verso un riconoscimento in busta paga di 50 euro netti per tutti.