Patto per Napoli, la Chiesa apre le porte ai giovani universitari

Curia di Napoli e Regione Campania, uniscono le proprie forze e firmano un protocollo d’intesa per il rilancio della città.

Curia di Napoli e Regione Campania, uniscono le proprie forze per il rilancio della città.
Il cammino cominciato con il Giubileo per Napoli vede le prime azioni concrete per il riscatto della città, progetti e intenti raccolti nel protocollo d’intesa firmato dal Cardinale Crescenzio Sepe e il Presidente Stefano Caldoro.

“Basta con le analisi di problemi e urgenze, vogliamo dare risposte concrete – ha affermato l’Arcivesco di Napoli – Chiesa e Regione, ciascuna con le proprie competenze, lavorano insieme per una ricaduta nella realtà sociale e civile”. Un richiamo a tutti dunque, alla collaborazione e alla responsabilità. “ Si tratta di progetti che hanno già trovato un’intesa da parte della Regione – precisa Sepe – progetti già costituiti, talvolta anche in fase di attuazione, come la cittadella artigianale per la quale la Curia ha messo a disposizione capannoni di sua proprietà e la Regione interverrà per la preparazione professionale e sbocco occupazionale e che ci auguriamo di inaugurare a fine anno, poi ancora la creazione di spazi verdi, orti urbani, l’evento del barocco napoletano, il progetto di Capodimonte con la scuola di restauro”. Al centro di tutto i giovani e il mondo del lavoro, perché Napoli possa “rialzarsi”come recitano gli stendardi del Giubileo per Napoli. “Vogliamo poi aiutare gli studenti universitari, 150mila in tutto tra residenziali e non – continua il Cardinale – che non sanno dove dormire, dove mangiare, dove studiare. Ci siamo chiesti quali case possiamo mettere a disposizione, apriremo dunque le nostre porte, ma con l’aiuto della Regione”.

L’intesa interessa non solo la città di Napoli ma anche i due terzi della Regione che coprirà gli investimenti finanziari necessari ancora non noti ma per i quali ci sono le coperture economiche come ha dichiarato il Presidente Caldoro. “E’ un richiamo di responsabilità e partecipazione oltre che di fede e speranza – il suo commento – il ruolo della Chiesa è essenziale per il dialogo interculturale e per dare insieme risposte alla comunità”.

i.b.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Azione universitaria: il numero chiuso va rivisto, non cancellato

Next Article

Diventa volontario OrientaSud

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".