Opportunità di lavoro e ricerca a Roma per laureati in materie umanistiche

Due ottime opportunità di lavoro e di ricerca a Roma per laureati in discipline umanistiche: da una parte l’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo bandisce un concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di un archivista e di un responsabile di redazione; dall’altra, l’Accademia Americana a Roma conferisce borse di studio a specialisti e ricercatori in materie umanistiche.
Nello specifico, l’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo ha aperto il concorso per il 1 posto di responsabile scientifico di Redazione Cat. C esperto nella valutazione editoriale e nella cura degli aspetti scientifici e redazionali di testi di ambito medievistico ed 1 posto di Archivista Responsabile dell’Archivio storico Cat. C.
Per accedere alle selezioni è necessario, per il profilo di responsabile scientifico di redazione, il possesso del diploma di Laurea vecchio ordinamento in Lettere, conseguito presso Università o altro Istituto statale o legalmente riconosciuto, o Laurea Magistrale equivalente; il diploma di Dottore di ricerca in ambito attinente alla storia della lingua e alla linguistica italiana; e aver lavorato per un minimo di due anni continuativi presso case editrici, enti culturali e/o strutture di ricerca che si occupano di pubblicazioni di collane scientifiche di interesse umanistico. Per il profilo di archivista responsabile dell’archivio storico, il possesso del diploma di Laurea vecchio ordinamento in Lettere o Conservazione dei beni culturali o Scienze storiche, conseguito presso Università o altro Istituto statale o legalmente riconosciuto o Laurea Magistrale equivalente; il diploma di Archivistica, rilasciato dalle scuole istituite presso gli Archivi di stato o presso Istituto legalmente riconosciuto; e aver lavorato per minimo di due anni continuativi in archivi storici di Enti pubblici oppure privati, riconosciuti di notevole interesse culturale.
La scadenza per partecipare alle selezioni dell’Istituto per il Medio Evo è fissata all’11 febbraio. Maggiori  informazioni sono reperibili sul sito dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo. A questo link è possibile scaricare il bando per la posizione di Responsabile scientifico di redazione. Qui, invece, trovate il bando per il profilo di Archivista responsabile.
Le borse di studio dell’Accademia Americana in Roma sono, invece, aperti a giovani studiosi che vogliano svolgere un periodo di ricerca all’interno dell’istituto. In particolare, le borse per l’anno in corso sono aperte a laureati in Medieval Studies e Modern e Contemporary Italian Studies.
Requisiti necessari per beneficiare delle borse sono: l’essere in possesso di cittadinanza italiana (o italiana e statunitense) e possedere un dottorato di ricerca conseguito presso un’università italiana a partire dal 2011. È richiesta inoltre un’ottima conoscenza della lingua inglese (TOEFL 95 o superiore, IELTS 7 o superiore, Cambridge First, Advance o Proficiency).
I borsisti italiani sono tenuti a vivere a Roma, presso l’Accademia. Tutte le borse di studio comprendono vitto, alloggio e uno stipendio. Per il periodo settembre 2016 – luglio 2017 saranno assegnate massimo due borse di studio post-dottorato in discipline umanistiche. Ogni borsa di studio avrà una durata di 5 mesi.
Per candidarsi occorre inviare una domanda composta da una proposta di progetto di non più di 1000 parole, in inglese; un campione di scrittura (in inglese o italiano); un cv (inglese o italiano); due lettere di raccomandazione (inglese o italiano). Le candidature saranno esaminate da un comitato di selezione. Solo i candidati preselezionati saranno invitati a partecipare ad un colloquio, a Roma o via Skype. Il materiale per la candidatura deve essere inviato entro il 1 febbraio 2016.
Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell’American Academy in Rome.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'università italiana torna a crescere: oltre 9 mila matricole in più nel 2015-2016

Next Article

Scuola, Francesco Scrima eletto presidente Cspi

Related Posts
Leggi di più

Altro che tesoro! In Italia chi trova un amico… trova un lavoro

Secondo un'indagine Inapp-Plus negli ultimi dieci anni quasi un lavoratore su quattro ha trovato occupazione tramite amici, parenti o conoscenti. Solo il 9% grazie a contatti stabiliti nell'ambiente lavorativo. Un sistema che ha delle ripercussioni anche su stipendi e mansioni (al ribasso).