Operatore di cittadinanza attiva, risorsa per la comunità

“Operatore di cittadinanza attiva” è il corso di perfezionamento e aggiornamento professionale pensato dal Centro di Lifelong Learning dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli rivolto a laureati e diplomati.

Operatore di cittadinanza attiva” è il corso di perfezionamento e aggiornamento professionale pensato dal Centro di Lifelong Learning dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli rivolto a laureati e diplomati.

Organizzato in sinergia con il Comune di Napoli e altre associazioni tra cui ‘Cittadinanza attiva’, ‘Urban Experience’, ‘Le nuvole’, intende formare e aggiornare i professionisti della cultura ottimizzando e valorizzando le risorse del territorio attivando così processi di partecipazione e di innovazione sociale.

“L’operatore di cittadinanza attiva – spiega Maria D’Ambrosio direttrice scientifica del corso – è un profilo professionale che va ad integrare conoscenze e competenze di insegnanti, educatori, artisti, giornalisti, amministratori, dipendenti pubblici e liberi professionisti, per farne figure attive capaci di riconfigurare la propria pratica quotidiana e di ripensarsi come risorsa attiva all’interno della vita di una comunità“.

Il Corso avrà inizio nel mese di aprile e si concluderà entro il mese di novembre con lezioni a cadenza settimanale: i venerdì pomeriggio nella sede al Corso Vittorio Emanuele dell’ateneo e il sabato mattina al Palazzo delle arti (PAN) in via dei Mille.

“L’idea – continua D’Ambrosio – è quella di creare con i partecipanti ed i docenti del corso un gruppo di lavoro, un vero e proprio ‘laboratorio’, capace di ‘leggere’ il territorio e creare reti di relazioni tra le istituzioni e le altre risorse e competenze che esso esprime, per essere in grado di progettare e realizzare interventi e politiche basate sul principio della cittadinanza attiva. L’arte e la cultura sono individuati come le ‘materie prime’ e ‘alimento’ per la cittadinanza attiva, per la costruzione di un clima di promozione, innovazione e partecipazione sociale”.

Per iscriversi c’è tempo fino al 13 aprile 2012
Bando e contatti a questo indirizzo.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'università si paga con la faccia! Idee made in UK

Next Article

Zuckerberg fa la guerra a Google?

Related Posts
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.