Napolitano all’Università dell’Insubria

Il presidente della Repubblica: “Rinnoviamo l’Università puntando sulla ricerca”

Riqualificazione e ricerca. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano parte da queste due parole per descrivere lo stato attuale dell’università italiana. Il presidente – che durante la sua giornata varesina per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia si è incontrato con il mondo accademico e con gli studenti dell’Università dell’Insubria – ha parlato di “un rinnovamento necessario e complessivo” …per riqualificare il sistema universitario italiano e ha delineato un nuova strategia di rinnovamento: prendere atto delle insufficienze da correggere e puntare sul finanziamento della ricerca e dell’alta formazione.

“Abbiamo bisogno di qualificare il nostro sistema universitario  – ha spiegato Napolitano – attraverso un intervento sulla ricerca, sul terreno dell’alta formazione di cui c’è così indispensabile bisogno. Ciò comporta anche un’attribuzione adeguata di risorse, non in modo indiscriminato, ma facendo le valutazioni necessarie e distinguendo tra situazioni che richiedono drastiche correzioni e altre che devono essere incoraggiate”.

Napolitano ha poi spiegato che l’Università non deve temere di esporsi a qualsiasi confronto nello sforzo complessivo di rinnovamento dell’intero sistema universitario. “Non c’è dubbio però, e sono convinto – ha proseguito il capo dello Stato – per affrontare le sfide di un mondo più grande e terribile e sempre più competitivo rispetto al passato, sia indispensabile potenziare il ruolo della ricerca e della formazione con “una attribuzione adeguata di risorse, non in modo indiscriminato, ma facendo le valutazioni necessarie e distinguendo tra situazioni che richiedono drastiche correzioni ed altre che invece meritano di essere incoraggiate”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Macerata, in biblioteca dopo cena

Next Article

Giovani traduttori al Parlamento Europeo

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.