Naples raconte

La facoltà di lingue e letterature straniere dell’Università partenopea L’Orientale ha bandito la prima edizione di “Napoli racconta/Naples raconte” premio universitario di narrativa.

La facoltà di lingue e letterature straniere dell’Università partenopea L’Orientale ha bandito la prima edizione di un premio universitario di narrativa.
Napoli racconta/Naples raconte” è il titolo dell’iniziativa rivolta agli studenti dei corsi di laurea Magistrale in traduzione letteraria e Lingue e comunicazione interculturale in area euro mediterranea.
Gli studenti/scrittori interessati dovranno inviare entro il 31 gennaio 2011 il proprio racconto in lingua francese (5 copie cartacee e una copia elettronica su CD-ROM) unitamente ad un breve curriculum vitae e la domanda di partecipazione. Le sezioni previste sono tre: scrittori francesi; scrittori di area francofona e scrittori di lingua francese come lingua di adozione.
I premi: al vincitore di ogni sezione un attestato di merito e un premio in denaro; un premio alle migliori traduzioni e al vincitore della traduzione di ogni sezione la possibilità di effettuare uno stage presso una Casa editrice.
Per ulteriori informazioni scrivere a [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Unipi, evacuata Facoltà di Ingegneria

Next Article

Più vita per Napoli

Related Posts
Leggi di più

Si laureano prima ma guadagnano di meno rispetto agli uomini: la vita in salita delle donne dopo la fine dell’università

Presentato a Bologna il "Rapporto tematico di genere” realizzato dal Consorzio interuniversitario AlmaLaurea. Le donne rappresentano il 60% dei laureati italiani, finiscono in corso il ciclo di studi ma guadagnano anche il 20% in meno rispetto ai colleghi maschi. La ministra Messa: "Stop alle discriminazioni. Incentivi a quelle aziende che portano avanti politiche di uguaglianza di genere".
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".