Morire suicida a 13 anni, la madre accusa: “Bullizzata e isolata”. Indagano i carabinieri

Alla periferia di Roma la tragica fine di una ragazzina che si è impiccata con un cavo elettrico. Il dubbio di un tragico gioco su internet

Alla periferia di Roma la tragica fine di una ragazzina che si è impiccata con un cavo elettrico. Il dubbio di un tragico gioco su internet

Ha tagliato un cavo elettrico, se lo è messo intorno al collo e poi l’ha appeso a una mensola. Si è lasciata morire così una 13enne a Torpignattara, periferia est di Roma. Una fine tragica, l’ombra del bullismo dietro a questa storia drammatica.

IL DOLORE

A raccontare la storia via social è stata la madre, che ha appreso la notizia poco prima di mezzanotte, tornando da lavoro. “esclusa e bullizzata” ha scritto, secondo la donna la figlia era finita al margine del gruppo di amiche dopo un litigio, un malinteso tra di loro. E da quel momento l’avrebbero presa di mira. “Perdona tutto il male ricevuto e che la terra ti sia lieve” ha scritto la madre, come ricostruito da Il Messaggero.

ISOLAMENTO

Secondo il quadro fatto dal quotidiano romano, il lockdown aveva contribuito all’isolamento della ragazzina che usava i social per esprimersi. I carabinieri hanno sequestrato pc, telefono e diari, al vaglio le circostanze che hanno portato al suicidio. Una delle ipotesi infatti è che dietro alla scelta suicida possa esserci un tragico gioco via web.

Total
45
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Federazione Italiana Hockey: concorso per nuovo logo

Next Article

Esame terza media 2021: come sarà?

Related Posts