Medicina ad Enna, interviene il ministro: "Diffida per i soggetti coinvolti"

“L’istituzione di un’Università non può avvenire per libera iniziativa di privati cittadini, ma deve avere un percorso preciso, in questo caso del tutto inesistente”. Così il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, sul caso dell’istituzione di corsi di laurea in ambito medico-sanitario a Enna.
“Oggi il Miur ha diffidato i soggetti coinvolti, il rettore dell’Università ‘Kore’, il rettore dell’Università ‘Dunarea des Jos’ di Galaţi, il presidente della Regione Siciliana e, per conoscenza, il presidente della Fondazione ‘Proserpina’, a fornire chiarimenti in merito. Li abbiamo anche diffidati dall’andare avanti prima che il Ministero abbia chiarito gli eventi. Nessuno ha chiesto l’autorizzazione, nessuno ha avviato la procedura”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Contro il caro libri gli studenti organizzano mercatini in tutta Italia

Next Article

Scuola, assegnate le prime cattedre: "Si avvera il sogno dopo anni di precariato"

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".