Master in management dei processi formativi

L’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa promuove la sesta edizione del master di II livello in management dei processi formativi nelle strutture pubbliche e private intitolato “Progettazione e gestione di imprese e cooperative sociali, enti per il supporto alla persona, alla famiglia ed alla terza età”.

L’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa promuove la sesta edizione del master di II livello in management dei processi formativi nelle strutture pubbliche e private intitolato “Progettazione e gestione di imprese e cooperative sociali, enti per il supporto alla persona, alla famiglia ed alla terza età”.

Nato nell’ambito della facoltà di scienze della formazione, il master diretto dal preside Lucio D’Alessandro, è rivolto alla formazione di soggetti capaci di svolgere attività di progettazione e gestione di imprese e cooperative sociali, enti pubblici e privati per il supporto alla persona, alla famiglia e alla terza età. Il corso post laurea prenderà il via a partire da febbraio e terminerà a novembre con lezioni e laboratori in presenza integrati da attività didattiche on-line con l’assistenza di tutor e docenti.

Per consentire una migliore preparazione, il master è a numero programmato e prevede un massimo di 60 iscritti. Possono presentare la propria candidatura coloro che sono in possesso di una laurea specialistica di cui al D.M. 509/99 o di laurea quadriennale di cui alla Legge 341/90. La scadenza per la presentazione della domanda è fissata a mercoledì 12 gennaio.

Per tutte le informazioni consultare il bando.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Fixo: 49 tirocinanti

Next Article

Ricerca in America

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".