Umanesimo digitale, Master in Comunicazione e Nuovi Media

Le w.w.w. (web wired women) dell’Istituto Superiore di Studi sulla Donna dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum hanno contattato direttamente i giganti del mondo digitale: Google, Microsoft e Facebook e hanno chiesto loro di aiutarle a formare un primo gruppo di persone che sappia usare il web con un nuovo Umanesimo

Le w.w.w. (web wired women) dell’Istituto Superiore di Studi sulla Donna dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum hanno contattato direttamente i giganti del mondo digitale: Google, Microsoft e Facebook e hanno chiesto loro di aiutarle a formare un primo gruppo di persone che sappia usare il web con un nuovo Umanesimo capace di coniugare tecnologia, imprenditoria e valori umani.

Da questa idea nasce il primo Master in Comunicazione e New Media in collaborazione con Google. La finalità è quella di stimolare i giovani affinché, con un’adeguata preparazione informatica, abbiano la possibilità di inventare lavori che ancora non esistono, attraverso un approccio comunicativo efficace e multimediale, oltre che imprenditoriale.

Il Master si terrà all’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, con l’appoggio del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, e avrà l’intento di formare i nuovi comunicatori di idee e i futuri leader d’impresa nel mondo digitale. Google, Microsoft e Facebook hanno, infatti, ribadito il loro bisogno di utenti responsabili per far sì che il web sia un mezzo utile per condividere la conoscenza in modo affidabile e nello stesso tempo per permettere ad ogni essere umano di accedere alle opportunità sociali e commerciali della rete, in modo trasparente ed etico.

«Nel corso del master – ci spiegano i dirigenti di Google Italy – non vogliamo limitarci a raccontare ciò che facciamo. Per noi si tratta piuttosto di un’occasione per confrontarci con gli studenti, e condividere con loro riflessioni ed idee sul futuro della rete e su come renderla ancora di più uno strumento capace di promuovere un nuovo umanesimo».

Saranno quindi questi i temi cui Google contribuirà nel corso del Master, fornendo sia dimostrazioni pratiche degli strumenti offerti per tutelare l’infanzia, difendere la privacy e promuovere le piccole e medie imprese, sia un confronto di visione cercando, insieme agli studenti e ai docenti del master di immaginare lo sviluppo futuro del web.

La conferenza stampa si terrà giovedì 23 febbraio a Roma presso l’Istituto di Studi Superiori sulla Donna – Ateneo Regina Apostolorum

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

250mila euro per designer della moda e del gioiello

Next Article

Assessment psicologico con adolescenti e giovani

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.