Lo scambiano per un cadavere: muore assiderato nella cella frigorifera

Morto assiderato

Un normalissimo malore in casa. Le condizioni disperare, la morte vicina. Poi, il medico che dichiara il decesso, i parenti che portano l’uomo all’obitorio e la tragica fine. Ha dell’incredibile quanto accaduto in Russia, nella regione di Pskov. Un uomo è morto assiderato, dopo essere stato scambiato per un cadavere ed essere stato inserito nella cella frigorifera dagli infermieri.

Secondo la ricostruzione degli eventi, infatti, l’uomo aveva accusato un gravissimo malore mentre era a casa. Da lì il medico che ne certificava la morte. Sono stati gli stessi parenti, poi, a trasportarlo all’obitorio, dove il corpo è stato lasciato incustodito in mancanza di infermieri di turno.

All’arrivo del primo sanitario, poi, il corpo dell’uomo è stato scambiato tragicamente con quello di un signore morto in precedenza. Da lì il trasporto nella cella frigorifera. Le indagini forensi hanno stabilito che l’uomo al momento del trasporto nella cella era ancora vivo e avrebbe potuto salvarsi.

“È inaccettabile che i parenti si trovino a portare un corpo all’obitorio per conto loro, e che lì poi non ci sia nessuno”, ha commentato il governatore della regione di Pskov. Un errore che non sarà facile dimenticare. Una morte assurda che getta l’ombra sulle condizioni superficiali del sistema sanitario in diverse zone del pianeta.

RN

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nuovo talent. Briatore a caccia di giovani talenti

Next Article

Panificatori, si è conclusa la prima edizione del primo corso universitario

Related Posts
Strage ustica revisionismo a scuola
Leggi di più

Strage di Ustica, il revisionismo sbarca a scuola

Il Ministero dell'Istruzione ha accreditato l'associazione dell'ex ministro Giovanrdi che sostiene la tesi della bomba a bordo del volo che il 27 giugno 1980 provocò la morte di 81 persone.