Lecce – tragedia in un liceo: studente muore precipitando in un pozzo

studente muore lecce
Il pozzo di luce in cui è precipitato Andrea De GAbriele. Fonte CorriereDelMezzogiorno.it

 

Studente muore cadendo in un pozzo – Tragedia in un liceo del leccese. Uno studente di 17 anni, Andrea De Gabriele, è morto dopo esser precipitato in un pozzo di luce che si trova all’interno dell’area adibita alle attività di educazione fisica della succursale del liceo scientifico De Giorgi in via Delle Anime, a Lecce.

Secondo le prime ricostruzioni il ragazzo sarebbe caduto nel vuoto nel tentativo di recuperare la sua giacca lanciata per scherzo da un compagno di scuola al di là della recinzione che delimita il pozzo. Stando alle prime indiscrezioni il ragazzo avrebbe scavalcato l’inferriata arrampicandosi su una sedia, tuttavia il sottile materiale che ricopriva il pozzo di luce, probabilmente un tendone, avrebbe ceduto non appena Andrea vi ha messo piede facendolo precipitare per quasi 10 metri.

Inutile la corsa all’ospedale Vito Fazzi di Lecce: nonostante i tentativi di rianimazione i medici hanno dovuto dichiarare il decesso del giovane. I responsabili dell’Istituto non hanno rilasciato commenti. Nel frattempo le forze dell’ordine stanno raccogliendo le testimonianze di docenti e ragazzi.

Sotto indagine anche la sicurezza del liceo: l‘area in cui il povero Andrea è precipitato, infatti, sembrerebbe essere di proprietà di un esercizio commerciale, un grande magazzino attiguo alla scuola, tuttavia non sembra che ci siano cartelli che segnalino il pericolo.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Link: "Basta fondi alle Università telematiche"

Next Article

Ora l'esecutivo deve trovare 40 milioni: taglierà l'offerta formativa delle scuole

Related Posts
Leggi di più

Scuole occupate, nessuna retromarcia sulle sanzioni agli studenti: “Ci sono 500mila euro di danni. Qualcuno deve pagarli”

Il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale del Lazio, Rocco Pinneri, conferma la linea dura sulle denunce (e richiesta di risarcimento dei danni) nei confronti degli studenti che prima di Natale avevano occupato diversi istituti. "Una cosa è manifestare democraticamente, un'altra violare il diritto all'istruzione" ha detto. Oggi nuovo incontro con il movimento de "La Lupa".
Leggi di più

Covid, in arrivo nuove regole a scuola: Ffp2 gratis per gli studenti in autosorveglianza e stop ai certificati medici per tornare in classe

In arrivo un nuovo decreto per cercare di semplificare e uniformare le regole sui contagi a scuola. Si cercherà di alleggerire il carico dei tamponi sia alle famiglie che alle Asl abolendo l'obbligo, oggi in vigore per le scuole primarie, quando c'è soltanto un caso positivo nel gruppo classe. E alle superiori per tornare in classe non servirà più il certificato medico ma solo un tampone rapido.