Le risorse della biblioteca, corso a Salerno

Corso gratuito su ricerca di libri e di materiale per lo studio e la ricerca

La Biblioteca e le sue risorse: istruzioni per l’uso” è il corso pensato dall’ Università degli studi di Salerno per matricole, studenti dei primi anni e tutti coloro che non hanno familiarità con i servizi della biblioteca.
L’iniziativa, che si terrà presso l’Aula Multimediale della Biblioteca e in diversi settori delle struttura, consentirà all’utente di condurre in modo autonomo e completo la ricerca di libri e di materiale per lo studio e la ricerca (utilizzo del catalogo on line di strumenti e repertori elettronici) e conoscere tutte le attività e i servizi (portale, reference digitale, proposte d’acquisto, banche dati). Previste visite guidate ed esercitazioni: si imparerà come fare una citazione bibliografica e come preparare una bibliografia.
Il corso, offerto gratuitamente per un massimo di 20 persone ma per il quale occorre prenotarsi obbligatoriamente, è organizzato in due moduli indipendenti di due ore ciascuno. E’ possibile aderire anche solo ad un incontro ma soltanto a chi parteciperà ad entrambi i moduli verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per iscrizioni occorre rivolgersi all’Ufficio Reference [email protected] e su www.biblioteche.unisa.it utilizzare il codice QR in fondo alla pagina attraverso il cellulare (per informazioni sui codici QR e su come utilizzarli vedi www.unisa.it/AREAVII/ugsiba/codiciqr).
Le date: primo ciclo 19 e 20 Aprile 2012; secondo ciclo 24 e 25 Maggio 2012.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Open data, la città di Milano in un click

Next Article

Dal Times le migliori 100 università. Italia assente

Related Posts
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.