La Scuola si fa in trailer

Giorgio Longo insegna in una classe multietnica, composta da diversi alunni stranieri (cinesi, sudamericani, filippini). La sua missione è diventata quella di coinvolgere il più possibile i ragazzi amalgamando i diversi gruppi, incoraggiando la loro concentrazione e stimolando il loro interesse.

Giorgio Longo è un insegnante di lettere alla scuola media dell’Istituto Comprensivo Roberto Franceschini di Milano, assillato dal dilemma, comune ai suoi colleghi, di combattere svogliatezza e disattenzione dei suoi allievi.

Quella in cui insegna è una classe multietnica, composta da diversi alunni stranieri (cinesi, sudamericani, filippini). La sua missione è diventata quella di coinvolgere il più possibile i ragazzi amalgamando i diversi gruppi, incoraggiando la loro concentrazione e stimolando il loro interesse.

E poiché la lezione frontale non basta la scelta è stata quella di alternarla con altre attività. Per questo, lo scorso anno, nell’ultimo mese di scuola, con ragazzi di altre classi e col sostegno dell’insegnante di lingua inglese ha realizzato il trailer di un film che per soggetto ha la scuola, interamente in inglese, pure il titolo: The end of the School.

Soddisfatto della scelta, Longo ha trovato l’attività utile non solo ad un’attenzione ritrovata ma ad una maggiore comprensione del carattere e personalità dei propri alunni.

Giovanni Torchia

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Muore Dennis Avner, l’uomo gatto

Next Article

Una bella stretta di mano

Related Posts
Leggi di più

Via libera del Senato al ddl Valditara sul voto in condotta

Fortemente voluto dal ministro dell'Istruzione, il ddl prevede diverse novità relative al comportamento degli studenti: bocciatura con il 5 in condotta, 'esamino' con il 6 e sanzioni in caso di violenze. Il provvedimento passerà adesso alla Camera