La rassegna stampa di venerdì 11 dicembre

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli selezionati questa mattina dalla redazione del Corriere dell’Università.
Italia Oggi – Alle scuole 455 milioni di euro – L’accordo tra Cassa depositi e prestiti e la Banca Europea mette a disposizione delle scuole quasi mezzo miliardo di euro da investire in interventi di edilizia scolastica.
Corriere della Sera – Il prof che insegna matematica e fisica con i videogiochi – Succede in provincia di Pordenone, dove il professor d’Ambrosio ha messo a punto uno strumento informatico che permette di veicolare la classica didattica tramite i videogiochi.
Il Messaggero – Virglio, fine della rivolta. Da lunedì tutti in classe – Ultime ore di occupazione per lo storico liceo della Capitale. I 200 studenti che da alcune settimane si erano barricati nelle aule impedendo l’accesso a docenti e colleghi, hanno deciso di sciogliere l’occupazione e riprendere il regolare svolgimento delle lezioni.
Corriere della Sera – Gli studenti voltano le spalle all’università: in sette anni meno 20% – Lo studio mostra un radicale abbandono degli studi superiori. La situazione particolarmente drammatica nel Sud e nelle isole dove si registra un decremento a volte superiore al 30% negli ultimi 7 anni.
Il Mattino di Padova – Il reattore che copia la fusione delle stelle – Continuano i lavori di costruzione di quello che sembra essere uno dei più ambiziosi progetti energetici al mondo: il reattore Iter, nell’hinterland padovano, attira investimenti da Stati Uniti, Giappone, Russia, Cina e si appresta a riprodurre l’energia di una stella.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Maturità 2016, pubblicata la simulazione della seconda prova

Next Article

Università, crollo di iscritti al Sud: uno studente su tre va via

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).