La rassegna stampa di venerdì 13 novembre

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli di oggi selezionati dalla redazione del Corriere dell’Università.
Avvenire – Giannini: “Coperto il 60% delle assunzioni per la fase C” – la soddisfazione del Ministro dell’Istruzione per la pronta risposta dei docenti cui è stata inviata la proposta di assunzione: il 60% avrebbe già confermato l’incarico; i restanti dovranno decidere entro pochi giorni pena il decadimento dell’offerta.
il manifesto – Giannini contro i sindacati in sciopero: “Studino di più” – Il Ministro dell’Istruzione bacchetta i sindacati in sciopero oggi e martedì prossimo a Roma e accusa i manifestanti di poca attenzione ai reali contenuti della riforma della scuola.
l’Unità – Il Premio Nobel Shirin Ebadi Per sconfiggere l’Isis servono le scuole – L’appello del Premio Nobel per la Pace (2003): basta con le armi e la distruzione, il terrorismo si combatte educando alla condivisione e insegnando il rifiuto per la guerra.
La Repubblica – Non è mai troppo tardi: a Genova raddoppiano gli anziani all’Università – Chi l’ha detto che passata una certa età non si possa più imparare? Così succede che nelle Università italiane aumentino sempre più le immatricolazioni di over 65. A genova, in particolare, quest’anno il numero degli anziani è praticamente raddoppiato.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola elementare annulla visita alle opere religiose di Chagall e Picasso: "A rischio la sensibilità dei bambini non cristiani"

Next Article

Fare l'insegnante è bello: lo spot del Governo inglese per reclutare nuovi docenti

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.