La rassegna stampa di lunedì 13 aprile

Scuola, Università e Ricerca: ecco di cosa parlano i principali quotidiani di oggi in edicola. Partiamo dalla formazione: il Sole 24 Ore riporta i dati degli studenti iscritti agli ITS: 7 su 10 subito al lavoro una volta terminati gli studi.
Sul Corriere della Sera Beppe Severgnini recensisce il libro di Roger Abravanel sul pessimismo “storico” degli studenti: “Basta piangersi addosso, sganciarsi dalle famiglie e scegliere il futuro che vi piace”.
Il Centro racconta dei droni progettati dagli studenti dell’Istituto Majorana de l’Aquila che verranno a breve fatti volare e sperimentati nel campo dell’aviazione.
Su Metro, nell’edizione di Milano, Marco Vona commenta la riforma della scuola approdata in Parlamento, con una dura critica sulle novità per i professori.
Sul Corriere Adriatico, invece, troviamo il racconto di Emily, la studentessa del Salvati che ha vinto le Olimpiadi di Italiano lo scorso venerdì a Firenze: “Il mio sogno – ha detto – quello di fotografare e di scoprire il mondo viaggiando”.
Leggi e scarica la rassegna stampa completa di oggi rassegna stampa 13 aprile

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Olimpiadi di italiano: ecco i vincitori

Next Article

#147notjustnumber: per non dimenticare Garissa

Related Posts
Leggi di più

Mascherine a scuola, cresce il fronte di chi vorrebbe toglierle subito: “Con questo caldo un’inutile crudeltà verso gli studenti”

Il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso (Lega) chiede al ministro Speranza di intervenire per modificare i protocolli e togliere l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione a scuola viste anche le temperature record di questi giorni. Anche le associazioni dei genitori chiedono la revoca ma gli esperti frenano: "E' ancora presto".
Leggi di più

Sesso con uno studente disabile: a processo una professoressa di sostegno

Si tratta di una docente di un istituto superiore in provincia di Firenze. I fatti risalgono al 2019 quando il ragazzo non era ancora maggiorenne. La donna, dopo il rapporto sessuale consumato all'interno dell'istituto scolastico, avrebbe chiesto allo studente di non raccontarlo a nessuno.