La ministra Messa a Un Giorno da Pecora: “Il mio voto più basso all’università? Un 24 ma alla fine rifiutai”

Intervistata dalla trasmissione di RadioRai1 la ministra Messa parla anche del suo percorso di studi: “Al liceo anche qualche insufficienze in Greco”

Intervista fuori dagli schemi per la ministra dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, a un Giorno da pecora, il programma radiofonico di RadioRai1. Intervistata da Geppi Cucciari e da Giorgio Lauro, la ministra (o “signora ministro” come preferirebbe farsi chiamare) ha svelato alcuni particolari della sua vita fino ad oggi inediti: dalla passione calcistica (a dir la verità molto annacquata) per l’Inter alle insufficienze che da studentessa del liceo classico collezionava ogni tanto in Greco, fino a quel 24 rifiutato all’univerisità all’esame di “Clinica medica” perché ritenuto troppo basso.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola e vaccini: si riparte. Per chi ha meno di 60 anni non si userà Astrazeneca (per adesso)

Next Article

Droghe sintetiche, alcol e azzardo: ecco i rischi per i giovani italiani ai tempi della pandemia

Related Posts
Leggi di più

Dopo scuola sul bus con Rovazzi e Angelo Duro

Come potete vedere qui stiamo rispettando tutti il distanziamento", afferma il comico in un evidente autobus stracolmo per protestare contro le limitazioni nei teatri
Leggi di più

Mattarella: ‘La scuola è un potente antivirus”

A Pizzo Calabro l'inaugurazione dell'anno scolastico con il presidente della Repubblica Mattarella e il ministro Bianchi. 'Gioia ed emozione, tutti in presenza'. 'La ripartenza della scuola è ripartenza dell'Italia' dice il presidente