'Io vuole imparare italiano', polemiche su libro di testo razzista

“Quest’anno io vuole imparare l’italiano bene”. E’ la frase, con tanto di immagine, contenuta in un libro di testo di seconda elementare. A segnalarlo è “Educare alle Differenze” in un post sulla sua pagina Facebook.

https://www.facebook.com/educarealledifferenze/posts/918950891968433

“Un libro che entra in classi interculturali – si legge nel post – in cui bambine e bambini nati e cresciuti in Italia hanno colori diversi, famiglie miste, adottive, genitori che provengono da altri Paesi ma vivono qui da anni o che sono a loro volta nati e cresciuti qui. Ma anche bambini arrivati da poco che portano con sé le loro culture d’origine e che costruiscono in quelle classi nuove identità meticce fatte di incontri e reciproche contaminazioni. Bambini che continuiamo attraverso rappresentazioni come questa ad additare come stranieri, come altro rispetto a una presunta normalità italica e a scimmiottare con un linguaggio imbarazzante che sembra preso da un pessimo film degli anni Trenta”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

“Le forme più gravi del Covid dipendono dalla genetica”: lo studio su Science

Next Article

Suarez, Manfredi convoca tavolo tecnico: "Riformare le certificazioni". Cgil: "Silenzio Regione e Comune imbarazzante"

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident