Inaugurazione anno scolastico, Fedeli: "Scuola riparte ad Ischia e nelle zone terremotate"

Scuola: inaugurazione anno con Mattarella a Taranto

“Iniziata la scuola anche ad Ischia dove abbiamo sostenuto i docenti e i dirigenti per iniziare a ricostruire subito”. Ha dichiararlo è la Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli durante il suo intervento a Taranto per inaugurazione dell’anno scolastico. Alla cerimonia è intervenuto anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha ricordato: “”La scuola è  la struttura portante della società”. La Ministra ha poi parlato di dispersione scolastica e dello sforzo maggiore che lo Stato intere deve farsi carico per risolvere tale problematica. “Dobbiamo sostenere il cambiamento nelle scuole di periferia e renderle eccellenze” – ha dichiarato. E sull’uso dello smartphone nella didattica, sul quale ha ricevuto molte critiche dai docenti, ha rilanciato: “Usare il digitale è una cosa reale e non soltanto virtuale, dobbiamo lavorare sull’educazione al rispetto per vincere questa sfida”. 
Ampio spazio, invece, è stato dato alla tematica del bullismo, con coreografie dei ragazzi sul delicato tema. Scuola e famiglia, questi i puntelli su cui dovrà reggere la collaborazione per contrastare efficacemente il fenomeno sempre più in ascesa. “”Applicheremo rapidamente la legge per contrasto di bullismo e cyberbullismo – afferma – Rilanceremo il patto scuola-famiglia“. Molti gli interventi da start del jet set tra cui il comico Checco Zalone, il divulgatore Alberto Angela, ma anche scienziati come l’astronauta Paolo Nespoli direttamente dallo spazio. 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di lunedì 18 settembre

Next Article

Tramonto

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident