Il ritorno di Conte all’università: oggi la prima lezione a distanza

Nei giorni scorsi proprio l’ex premier è stato indicato da Beppe Grillo come futuro segretario del Movimento 5 Stell

L’ex premier Giuseppe Conte torna a insegnare all’università dopo quasi tre anni. Nel pomeriggio incontrerà il rettore dell’Università di Firenze, Luigi Dei, presso il rettorato in piazza San Marco 4. Poi, terrà la prima lezione in diretta video streaming, senza pubblico presente (inizio alle ore 15.30), durante la quale parlerà della sua esperienza di governo. 

Prima di incontrare gli studenti, il professor Conte avrà anche una riunione con la presidente della Scuola di Giurisprudenza, Paola Lucarelli, e con il direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche Andrea Simoncini per definire i suoi prossimi impegni didattici come ordinario di diritto privato. Il rientro all’università avviene dopo la conclusione dell’aspettativa obbligatoria, cessata con la sua uscita di scena da Palazzo Chigi. 

Non sono mancate le polemiche. Per i deputati Donzelli e Frassinetti (Fdi) è “grave il fatto che Conte terrà una lezione in diretta video-streaming trasmessa sul sito dell’Università, per parlare della sua esperienza al governo”. Nei giorni scorsi proprio l’ex premier è stato indicato da Beppe Grillo come futuro segretario del Movimento 5 Stelle e nuovo capo politico.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Quando riaprirà l'Università? La ministra spera il 6 aprile

Next Article

Conte, la prima lezione all'Università di Firenze - la diretta

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.